Giovedý 28 Maggio03:44:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO Rimini Calcio, l'anno nuovo inizia con la vittoria: superata 2-1 la Feralpisalò

Il neoacquisto Letizia subito protagonista con una rete e un assist. A segno anche Montanari

Sport Rimini | 19:26 - 12 Gennaio 2020 Letizia subito protagonista con la maglia del Rimini: gol e assist Letizia subito protagonista con la maglia del Rimini: gol e assist.

Rimini - Feralpisalò 2-1


RIMINI (3-4-2-1) Sala; Ferrani (32' st Pari), De Vito, Paramatti; Finizio, Agnello, Montanari, Silvestro (27' st Messina); Cigliano, Letizia (31' st Ventola); Mendicino (17' st Gerardi).
In panchina: Santopadre, Picascia, Mancini, Oliana, Arlotti, Petrovic, Lionetti.
All. Colella.
FERALPISALO' (4-3-2-1) Liverani; Eleuteri, Rinaldi (21' st Libera), Giani, Mordini (27' st Eguelfi); Magnino, Carraro, Altobelli (21' st Bertoli); Scarsella, Guidetti (35' st Pesce); Caracciolo.
In panchina: Spezia, Altare
All. Sottili

ARBITRO: Giordano di Novara (assistenti Meocci di Siena e Trischitta di Messina)
RETI: 18' pt Letizia (rig), 38' pt Caracciolo (rig), 13' st Montanari
NOTE: spettatori 1.623 (paganti 430, abbonati 1.123). Ammoniti Agnello, Carraro, Letizia, Ferrani.

IL MIGLIORE: Letizia 7.5. Esordio oltre ogni aspettative per il trequartista, una spina nel fianco nella difesa gardesana. Dimostra personalità nell'andare a prendere il pallone sul rigore (che si era conquistato) e a trasformarlo con freddezza.

IL PEGGIORE: Paramatti 5.5. Da rivedere, infatti il difensore ex Santarcangelo, all'esordio, ha sofferto sull'out di sinistra la vivacità di Scarsella. 

Dopo sei sconfitte consecutive il Rimini ritrova la vittoria, superando 2-1 una sprecona Feralpisalò. Buona prova dei biancorossi, grazie anche all'apporto dei nuovi acquisti Agnello, Mendicino e Letizia (il migliore in campo), mentre da rivedere Paramatti, che ha sofferto sull'out di sinistra assieme a Silvestro. Tuttavia e note positive in casa Rimini sono state numerose: ad esempio Messina, che si è guadagnato a sorpresa la conferma, è entrato bene a partita in corso, idem il giovane Pari. A salire al proscenio è stato comunque Letizia, che si è procurato il rigore del vantaggio, trasformato con freddezza, per poi servire a Montanari il pallone della vittoria. Per il Rimini, al fischio finale, sono tre punti salvifici, anche perché Fano e Imolese hanno vinto le gare contro Padova e Arzignano: i biancorossi rimangono all'ultimo posto in classifica, con 15 punti, gli stessi del Gubbio, che ha una miglior differenza reti e che si è visto sospendere la partita in casa della Virtus Verona, per infortunio dell'arbitro, a undici minuti dalla fine. Gli eugubini conducevano per 1-0.