Venerd́ 24 Gennaio08:50:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio D, il Cattolica S.M. a Porto Sant'Elpidio: debutta il portiere under Joao Pedro Piai

E' uno scontro diretto per la salvezza: gli avversari sono a +7 dai giallorossi

Sport Cattolica | 16:35 - 11 Gennaio 2020 Il Cattolica S.M. di scena a Porto Sant'Elpidio Il Cattolica S.M. di scena a Porto Sant'Elpidio.

Il secondo impegno del 2020 per il Cattolica S.M. è a Porto Sant'Elpidio contro la squadra che occupa la prima posizione utile per la salvezza diretta. Padroni di casa a quota 19, giallorossi a quota 12. Per Merlonghi e compagni è la prima senza bomber Rizzitelli, che dovrà stare lontano dai campi per due mesi e mezzo dopo la frattura alla clavicola rimediata domenica scorsa contro il Matelica. Una brutta tegola per la squadra della Regina.
Con il tecnico Emmanuel Cascione partiamo proprio dall'assenza di Rizzigol.
“L'infortunio di “Rizzi” è stata una bella batosta per noi perché, al di là che lui stesse facendo benissimo, è un giocatore fondamentale per la squadra anche fuori dal campo: ha sempre trascinato e dato una mano ai compagni anche negli allenamenti. Per fortuna è arrivato David Okoli, che ha fatto vedere subito ottime cose. Spero che sia lui che Battistini possano diventare il fulcro del nostro gioco offensivo. Battistini e Rizzitelli formavano una coppia ben assortita, adesso tocca a “Batti” il ruolo di finalizzatore della squadra”.

La sconfitta con il Matelica se da pronostico ci può stare ha lasciato però l'amaro in bocca.
“Io sono rammaricato perché in una partita così importante, giocata venendo da un buon periodo, ritrovarsi dopo appena 50 secondi sotto di un gol cambia tutto. Siamo ritornati al vizio di qualche mese fa e siamo stati costretti a rincorrere una squadra sulla carta più forte di noi. Questo mi ha dato fastidio. La cosa importante è che ho visto poi la squadra giocare con un gran carattere. Nelle partite precedenti quando il Matelica riusciva a portarsi in vantaggio poi per l'avversario di turno era difficile superare la propria metà campo. Contro di noi i marchigiani sono stati costretti ad andare indietro. Questi sono segnali di crescita importanti”.

In caso di vittoria a Porto Sant'Elpidio si riaprirebbe per il Cattolica S.M. anche la corsa per la salvezza diretta, che in questo momento sembra quasi una chimera.
“Può succedere ancora di tutto – continua Cascione -. Incontriamo una squadra che all'inizio del campionato aveva dimostrato di potersela giocare veramente con tutti, adesso continua ad esprimere un buon gioco ma sta raccogliendo meno di quello che meriterebbe. È una squadra che si conosce da due anni, con lo stesso allenatore da due stagioni. Poi è uno scontro diretto e c'è qualcosa in più in palio dei tre punti. Adesso guardo in casa mia e secondo me abbiamo capito tante cose e limato tanti errori; c'è fiducia per il proseguo del campionato”.

Qualche giocatore avversario da tenere sotto stretta osservazione?
“Maio è uno dei giocatori più importanti di questa categoria: ha fatto 12 gol ed è bravo tecnicamente; lo stesso Cuccù è un ottimo elemento; Ruzzier è una mina vagante di questa squadra perché riesce a legare bene i due reparti, ad andare alla conclusione e a mandare in porta i compagni. Il Porto Sant'Elpidio ha subito qualche gol di troppo, ma riesce altrettanto facilmente a segnare perché è una squadra assortita bene”.

Torna tra i convocati Nsingi. Oltre a Rizzitelli, è ancora fuori Maggioli, mentre il neoacquisto Ferrario sarà disponibile tra un paio di partite.
“Nsingi l'ho convocato per premio, ma non è ancora pronto per giocare. Ci sarà qualche cambiamento nell'undici di partenza, per esempio proveremo il nuovo portiere Joao Pedro Piai”.