Sabato 18 Gennaio15:27:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Luce a Marina di Rimini già da fine Ottocento: una litografia ne dimostra le intenzioni

Ne parleranno Catrani e Giovanardi in un convegno in programma sabato 25 gennaio

Eventi Rimini | 11:52 - 10 Gennaio 2020 La litografia di fine Ottocento La litografia di fine Ottocento.

Sabato 25 gennaio alle 17 nella sala del giudizio del museo della Città di Rimini l'avvocato Alessandro Catrani presenterà il “Progetto di illuminazione elettrica dello stabilimento bagni di Rimini e delle ville dei privati", con l'introduzione di Alessandro Giovanardi.

Il recente rinvenimento, sul mercato antiquario, di un prezioso documento storico balneare ad oggi sconosciuto, offre lʼoccasione di prendere in esame alcuni aspetti ricostruttivi della Marina di Rimini sul finire dellʼOttocento. Trattasi di una litografia a colori (47 x 62), eseguita a volo dʼuccello, denominata “Progetto di Illuminazione elettrica dello Stabilimento Bagni di Rimini e delle Ville dei Privati. Pianta generale. Scala 1: 2000” che reca, in basso a destra, anche lʼindicazione dellʼautore: A. Corbellini - Roma.

L’esame storico-scientifico di alcuni elementi in essa contenuti, ha permesso all’avvocato Alessandro Catrani di collocarla temporalmente al 1893-1894. A quella data, come si dirà e si contestualizzerà, era nata ormai, in sintesi, una Rimini residenziale turistica, che dalla separazione e dalla contrapposizione, rispetto alla Rimini storica, trasse la sua sublime ragion dʼessere. Una città-marina ordinata e composta, con il suo centro di gravità permanente nel perduto mitico Kursaal e ben illuminata elettricamente già dal lontano 1894.