Giovedý 27 Febbraio05:58:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Anziana uccisa a Riccione morta per più traumi al cranio, oggi l'interrogatorio di convalida

A ucciderla il nipote in preda a un raptus per una questione di soldi

Cronaca Rimini | 09:03 - 10 Gennaio 2020 Il ritrovamento dell'anziana Rosa il giorno dell'omicidio Il ritrovamento dell'anziana Rosa il giorno dell'omicidio.

Rosa Santucci, l'anziana 88enne uccisa dal nipote Alessio Berilli di 42 anni con cui condivideva assieme un appartamento a Riccione, potrebbe non essere morta per un singolo trauma cranico ma a causa di più colpi inferti alla testa. È stata eseguita giovedì pomeriggio l'autopsia sul cadavere della donna e secondo l'esame medico ci sarebbero fratture multiple oltre allo schiacciamento del bulbo oculare, provocato dalla pressione esercitata dal dito del nipote, affetto da problemi psichici, sull'occhio della nonna. Al termine della colluttazione, da cui l'anziana si sarebbe difesa con le unghie, Rosa sarebbe caduta a terra sbattendo la testa all'indietro.

Oggi si celebra l'interrogatorio di garanzia per il nipote, difeso dall'avvocato Alfonso Vaccari, arrestato per omicidio volontario aggravato dai futili motivi e attualmente detenuto nel reparto di psichiatria dell'ospedale Infermi di Rimini.