Lunedý 06 Aprile19:48:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Boxe Santarcangelo, bilancio 2019 difficile ma costruttivo

È stato un anno complicato a causa della scomparsa del consigliere Matteo, figlio del maestro Tiziano Scarpellini

Sport Santarcangelo di Romagna | 14:24 - 08 Gennaio 2020 Il maestro di boxe Tiziano Scarpellini Il maestro di boxe Tiziano Scarpellini.

È stato un anno difficile per la Boxe Santarcangelo a causa della scomparsa del consigliere Matteo Scarpellini, figlio del maestro Tiziano Scarpellini. Ma la Boxe Santarcangelo ha proseguito il suo cammino, non rinunciando alla sua consueta riunione di boxe estiva di giugno nel parco Clementino dedicata allo scomparso Vasco De Paoli, ideatore e promotore nel 1978 della nascita della boxe clementina. A settembre la società sportiva ha promosso ed organizzato a Rimini il primo trofeo Artrov e Lions Club Ariminus Montefeltro con una riunione di boxe Romagna vs Abruzzo. Ad ottobre ha partecipato ai campionati italiani Schoolboys con i pugili 14enni Alessandro Pesaresi e Niccolò Pellegrini, entrambi campioni regionali. A novembre ha preso parte ai campionati regionali Elite 1 serie con Alexandru Ciupitu. Durante l’anno 2019 sono stati otto i pugili che sono saliti sul ring: Alexandru Ciupitu, Gianluca Bonciucci, Nicolò Sanna, Griseld Zalli, Niccolò Pellegrini, Alessandro Pesaresi, Alex Mohamad ed Evgeny Belchenko. Si sono distinti gli élite 1 serie Mohamad, Ciupitu e Zalli. In totale sono stati 43 gli incontri dei pugili della Boxe Santarcangelo, con 22 vittorie, 18 sconfitte e tre pareggi. Non è mancata l’attività amatoriale dei bambini 6/10 anni, dei ragazzini 10/14 anni e di altri giovanissimi uomini e donne che hanno praticato la boxe, provenienti oltre che dalle zone limitrofe anche dalle zone di mare e dall’alta Valmarecchia.