Marted́ 21 Gennaio18:20:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un anno fa la scomparsa del parroco di Talamello Don Armando. Vandalo sfregia i manifesti funebri

Brutto gesto in sfregio alla memoria dell'ex parroco, deceduto il 5 gennaio 2019

Attualità Talamello | 14:21 - 05 Gennaio 2020 Don Armando Evangelisti, scomparso il 5 gennaio 2019, nel riquadro uno dei manifesti strappati Don Armando Evangelisti, scomparso il 5 gennaio 2019, nel riquadro uno dei manifesti strappati.

Il 5 gennaio 2019 la comunità dell'Alta Valmarecchia pianse la scomparsa di Don Armando Evangelisti, per 27 anni parrocco di Talamello e in passato insegnante di storia e italiano al Liceo Einaudi di Novafeltria (oggi Liceo Tonino Guerra). Don Armando si spense a 85 anni dopo un breve ricovero in ospedale a seguito di un malore. Oggi (5 gennaio 2020) tutta la comunità lo ricorderà con una messa, alle 16, presso la Chiesa di Talamello. Ma purtroppo c'è anche chi si è reso protagonista di un gesto in sfregio della sua memoria. I manifesti funebri che ricordavano la funzione religiosa in memoria di Don Armando, affissi a Novafeltria, presso la Chiesa e l'ospedale Sacra Famiglia, sono stati strappati. Solo quelli: gli altri manifesti non sono stati toccati. "Un gesto squallido, vergognoso", commenta Pierluigi Serafini delle onoranze Funebri Cometa di Novafeltria, che ha segnalato l'accaduto alla nostra redazione.