Luned́ 20 Gennaio16:18:49
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Rimini torna la festa dell'epifania sul Ponte dei Miracoli

Alle 16 del 6 gennaio il saluto del vescovo Lambiasi, a seguire la sfilata del corteo navale

Eventi Rimini | 12:14 - 05 Gennaio 2020 I re magi arrivano in barca alla festa dell'Epifania sul ponte dei miracoli di Rimini I re magi arrivano in barca alla festa dell'Epifania sul ponte dei miracoli di Rimini.

Torna anche quest’anno una nuova edizione della festa dell’Epifania sul Ponte dei Miracoli, evento organizzato come da tradizione dall’Associazione Ponte dei Miracoli, che vede il patrocinio del Comune di Rimini e rientra in “Rimini, il Capodanno più lungo del mondo”.
 
Nel periodo delle festività, nella via Sinistra del Porto di Rimini, il ponte e la panchina intitolata a Sant’Antonio da Padova (luogo del miracolo della predica ai pesci) sono arricchiti da decorazioni natalizie artistiche e particolari, tra cui le “Cappe Sante di Natale per l’Anno che verrà!” all’interno delle quali vi sono messaggi augurali in diverse lingue in ricordo di Davide Farinella, il “Presepe luminoso sul Ponte” realizzato da Salvatore Federici e la “Natività in legno policromo”, a cura degli amici del Mare.
 
Il 6 gennaio, la giornata dell’Epifania, l’evento sul Ponte giunge al suo momento conclusivo con il saluto del Vescovo Mons. Francesco Lambiasi alle ore 16.00, mentre in porto sfila il Corteo Navale per l’adorazione dei Magi; l’esibizione del Coro Polifonico con i Canti natalizi e lo spettacolo delle fontane luminose rendono l’atmosfera particolarmente suggestiva.
 
Al termine vin brulè e ciambella per tutti offerti dalla Parrocchia di San Giuseppe al Porto.
 
L’associazione Ponte dei Miracoli ha piacere di sottolineare come questa festa abbia “Un importante significato religioso, tra i pochi rimasti a Rimini, tanto che per il terzo anno consecutivo il nostro Vescovo ci onora della sua presenza” - e prosegue - Tra le novità di quest’anno anche il collegamento con ‘For Tanzania’ con cui noi dell’Associazione abbiamo fatto da ponte per l’organizzazione di un seminario”.
 
L’evento, che coinvolge oltre 100 volontari, è realizzato grazie anche al contributo di Donne Impresa Rimini e Confartigianato e vede la partecipazione attiva della Marineria di Rimini.