Sabato 11 Luglio09:37:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Successo per il primo concerto di Capodanno a Verucchio

Il pubblico dopo quasi 2 ore di concerto e un bis, era ancora in piedi ad applaudire

Attualità Verucchio | 12:26 - 03 Gennaio 2020 Gorana Cehic concerto di Capodanno a Verucchio Gorana Cehic concerto di Capodanno a Verucchio.

Verucchio ha accolto il 2020 con il “Concerto di Capodanno” e un grande successo. Per la prima volta, il capoluogo dei Malatesta ha brindato al nuovo anno in musica, con uno spettacolo di grande fascino e un’ottima, quasi insperata cornice di pubblico. L’esordio della lirica e del concerto del primo giorno dell’anno, dunque, ha superato la prova.
Nell’affascinante cornice del Teatro Pazzini (via San Francesco 12), il 1 gennaio 2020, dalle ore 17.30, il “Concerto” ha riscosso grandi applausi.
Merito degli interpreti: il soprano Reiko Higa e il tenore Mauro Montanari.
Musicisti: Gorana Cehic (violino), Anacleto Gambarara (sassofono) e Fabrizio Di Muro (pianoforte).
La scaletta comprendeva brani di: Verdi, Puccini, Mascagni e Piazzolla. Dai classici come Cavalleria Rusticana e Nessun Dorma, ai sempreverdi Liber Tango e Non piangere Liù, fino all’immancabile Brindisi finale.


Il pubblico è sembrato entusiasta e dopo quasi 2 ore di concerto e un bis, era ancora in piedi ad applaudire e a chiedere altri brani. “Siamo orgogliosi di aver proposto a Verucchio questo spettacolo, e siamo altrettanto orgogliosi della risposta del pubblico. – è visibilmente soddisfatto il tenore verucchiese Mauro Montanari che è anche l’ideatore e organizzatore dell’evento – Dopo l’esibizione e il bis, abbiamo salutato il pubblico dicendo che avevamo esaurito il repertorio…”.

Particolarmente apprezzati sono stati “Typewriter” al violino, “Harlem notturno” al sax, l’assolo al piano con un medley di valzer viennesi, il duetto di Tosca “Mario Mario”. Applausi scroscianti sono stati riservati a “È strano di Traviata” del soprano Reiko Higa e a “Nessun Dorma” di Turandod, eseguito da Montanari.


Il “Concerto di Capodanno” non è una novità assoluta per la Valmarecchia. A Novafeltria ha avuto una lunga e appassionata tradizione, anche San Leo ne ha proposto diverse edizioni. Per Verucchio si è trattato, invece, di una “prima” assoluta. E si inserisce nel solco dell’abbraccio anche della musica lirica e dell’opera che Verucchio sta operando. Da tre stagioni, infatti, in estate nella suggestiva cornice del Museo Civico Archeologico è organizzato l’appuntamento di mezza estate ‘Verucchio all'Opera’. L’ultima opera allestita è stata Elisir d'Amore, l’opera buffa di Gaetano Donizetti.

Mancava l’appuntamento di Capodanno: quello organizzato con passione e competenza da Mauro Montanari ha superato l’esame a pieni voti. “Ci auguriamo diventi un appuntamento fisso per Verucchio, - rilancia Montanari - nel quale i cittadini e tutti gli ospiti possano brindare al nuovo anno con della buona musica”.

L’evento è stato organizzato con il Patrocinio del Comune di Verucchio.
“Augurare a tutti un 2020 meraviglioso, elegante, di classe, pieno di talento e passione dal palcoscenico del Teatro Pazzini e con uno spettacolo del genere, è stato facile e naturale. – è il commento del sindaco di Verucchio, Stefania Sabba – Vogliamo che questo Concerto di Capodanno diventi un appuntamento fisso nel calendario degli eventi verucchiesi”.