Luned́ 21 Settembre20:54:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ponte Verucchio chiuso, la sindaca Stefania Sabba: "Basta confusione, si faccia chiarezza"

Per sistemarlo occorreranno 2-3 mesi: "Speriamo che si riesca ad agire prima"

Attualità Verucchio | 15:42 - 02 Gennaio 2020 La sindaca di Verucchio Stefania Sabba La sindaca di Verucchio Stefania Sabba.

La chiusura del ponte Verucchio sul fiume Marecchia ha causato in 2 settimane disagi inimmaginabili che tutte le forze politiche, e non solo, sono chiamate a commentare. Non si è fatta attendere troppo la voce della sindaca di Verucchio Stefania Sabba, che esordisce invoca «informazioni precise e non annunci. Nella comprensibile emotività collettiva, condivideremo in tempo reale con i cittadini le informazioni definitive. Prendiamo atto che il presidente della Provincia Riziero Santi ha ufficializzato che per sistemare il ponte occorreranno due-tre mesi, anche se speriamo si possa intervenire prima e che questo lasso di tempo è inferiore agli almeno tre mesi necessari secondo i tecnici per realizzare un ponte Bailey di tale portata con tanto di strade di arrocco». Il presidente si è riservato di avere tutte le risposte su modalità e tempistiche nella giornata di martedì 7 gennaio. 

«La riapertura del ponte nel più breve tempo possibile è e resta infatti l’unica priorità di questi giorni, periodo in cui stiamo affrontando ogni tipo di emergenza, anche quella della riapertura delle scuole, incontrando i genitori degli studenti e i dirigenti scolatici e rapportandoci congiuntamente con gli altri amministratori e con i fornitori dei servizi». 

Ma un secondo dopo avere risolto l’emergenza del ponte dovrà essere il momento di «riprendere in mano il tema della viabilità di vallata che dall’inizio del nuovo millennio è stato affrontato in maniera piuttosto schizofrenica, guardando più al proprio orticello che al respiro complessivo. Il tavolo della viabilità sollecitato in quello stesso ordine del giorno approvato in consiglio comunale il 28 dicembre è stato aperto dalla Provincia e lo si dovrà chiudere con soluzioni concertate che evitino in futuro di ritrovarci immersi negli enormi disagi di oggi».