Mercoledė 05 Agosto04:28:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Promozione, il Gabicce Gradara domenica in campo: la prima sfida del ritorno è col Moie

Al Magi la pericolosa matricola. Mister Scardovi: 'Siamo in testa, vogliamo restarci il più a lungo possibile'

Sport Gabicce Mare | 20:26 - 02 Gennaio 2020 Il nuovo acquisto Riccardo Fulvi in azione Il nuovo acquisto Riccardo Fulvi in azione.

Domenica ritorna il campionato con la prima giornata di ritorno del campionato di Promozione Marche e al Magi (ore 14,30) arriva la matricola Moie Vallesina, quinta in classifica con 22 punti (21 gol segnati e 18 subiti) alla pari dell'Osimo Stazione, a sei lunghezze dalla coppia di testa Gabicce Gradara e Biagio Nazzaro.  La matricola viaggia più forte tra le mura amiche che in trasferta (5 pareggi e 3 sconfitte) ed ha nei bomber Api (8 gol, vice capocannoniere del girone) e Trudo (5 reti) i giocatori più pericolosi.
Mister Massimo Scardovi, è una sorpresa il primato seppure in coabitazione con la Biagio Nazzaro?
“L'obiettivo era di disputare un campionato da fascia alta. L'inizio è stato difficile perché il mio avvento sulla panchina è arrivato praticamente alla vigilia del campionato e c'è voluto un po' di tempo per me e per la squadra per conoscerci reciprocamente; poi abbiamo preso un buon ritmo tanto che delle ultime nove partite ne abbiamo vinte sette con un pareggio e una sconfitta subendo solo cinque gol di cui tre in una partita sola; ben dieci giocatori sono andati in gol segno che il Gabicce Gradara è un collettivo in cui tutti i miei giocatori hanno le qualità per andare a bersaglio e questo è il nostro punto di forza”.
Cosa chiede all'anno nuovo?
“Di confermarci anche se per esperienza so che il girone di ritorno è sempre più complicato rispetto a quello di andata vuoi perchè i punti sono più pesanti e dunque difficili da conquistare, vuoi perché molte delle avversarie si sono rinforzate. Ci godiamo il momento e cercheremo di stare lì il più a lungo possibile. Riuscire a confermarsi significherebbe fare qualcosa di straordinario. La cosa importante è mantenere il nostro modo di giocare, scendere in campo con la mentalità della squadra che vuole sempre ottenere il massimo come del resto abbiamo fatto fin qui e poi si vedrà: cammin facendo scopriremo quali saranno gli scenari. Certo è che un pensierino ai playoff a questo punto della stagione possiamo farlo a maggior ragione. Si deve partire bene, ci aspettano subito avversari tosti: domenica il Moie Vallesina, poi trasferta con la Biagio Nazzaro che si è rinforzata”.
Che Gabicce Gradara ritroveremo contro il Moie Vallesina?
“Lo stop nasconde sempre delle insidie in particolare per le squadre che sono in buono stato di forma. Si sa cosa si lascia ma non si sa cosa si ritrova: staccare la spina è un attimo ma per riattacarla ci vuole tempo. Noi vogliamo onorare al meglio l'impegno tanto più che la sconfitta per 3-1 dell'andata ci ha fatto male. Il Moie è una squadra che punta molto sulle individualità, in primis gli attaccanti Api e Trudo; all'andata quest'ultimo, giocatore con un passato in categoria superiore, ci fece male andando a nozze negli spazi che gli lasciammo, ma allora il Gabicce Gradara era squadra diversa”.
Nelle file del Gabicce Gradara saranno assenti Freducci e Pedini (infortunati) mentre in dubbio c'è Buda.