Giovedý 01 Ottobre13:57:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, 1365 candidati agli undici posti di educatrici di nido di infanzia: ma i precari protestano

L'amministrazione comunale ha scelto il bando invece di assumere a tempo indeterminato gli educatori precari

Attualità Rimini | 12:54 - 27 Dicembre 2019 Asilo nido (foto di repertorio) Asilo nido (foto di repertorio).

Alla scadenza dei termini per la presentazione delle domande, avvenuta il 19 dicembre scorso, sono pervenute al Comune di Rimini 1.365 candidature per la partecipazione al concorso per la copertura di 11 posti di ‘educatore nido d’infanzia’. Il concorso si svolgerà nei mesi primaverili per essere approvata la graduatoria in tempo utile per l’apertura dell’anno scolastico 2020/2021. E’ il primo concorso bandito dal Comune di Rimini per posti di ruolo in asilo nido dall’anno 2007.  

L'amministrazione comunale, in una nota, spiega il motivo che ha portato a indire un bando, a scapito delle 19 educatrici, assunte con contratto a tempo determinato, che hanno lavorato per almeno 36 mesi nei nidi del Comune di Rimini negli anni scorsi e che rivendicavano l'assunzione a tempo indeterminato. L'amministrazione comunale ha infatti preso questa decisione per permettere a tutte le educatrici laureate dopo il 2008 di partecipare a un concorso: "fino ad oggi non hanno avuto nessuna possibilità di concorrere per un posto a tempo indeterminato presso il Comune di Rimini, in quanto il Legislatore ha prorogato per quasi 10 anni (dal 2008 alla fine del 2018) le graduatorie che, per Legge, dovrebbero avere una validità triennale", si legge in una nota. L'amministrazione, ricordando che e l'applicazione dell'art.20 del Decreto Madia, sulla stabilizzazione del personale precario, è "mera facolta delle amministrazioni comunali", ha comunque riservato quattro degli undici posti al personale precario.