Marted́ 22 Settembre10:40:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Oltre 7000 euro all'associazione Paolo Onofri per l'ospedale raccolti da Qui Santarcangelo

Successo per le cinque serate di Qui Santarcangelo, la consegna sabato pomeriggio in occasione dell'inaugurazione del ciliegio per Tonino Guerra

Attualità Santarcangelo di Romagna | 11:15 - 23 Dicembre 2019 La consegna dell'importante cifra raccolta La consegna dell'importante cifra raccolta.

Oltre settemila euro, 7300 per la precisione, per aiutare chi soffre. Questa la somma raccolta grazie alla prima edizione di Qui Santarcangelo e donata sabato pomeriggio dall’ideatore del progetto Fausto Fratti al presidente dell’Associazione Paolo Onofri che sostiene l’ospedale Franchini. A colorare ancor più di poesia la solidarietà natalizia, la consegna al presidente Giorgio Ioli in occasione dell’inaugurazione di quel ciliegio in ferro in omaggio a Tonino Guerra che dal 21 dicembre è stato piantato in via Cesare Battisti 4. Davanti alla sede dello Iat.

“Ringrazio i ristoratori che hanno messo a disposizione i loro locali, i cuochi, gli artisti e le tante persone che hanno accettato di prestare la loro opera gratuitamente per raccontare Santarcangelo attraverso cucina, musica, arte e poesia in un progetto nato per rafforzare e valorizzare i prodotti identitari e l’identità della città. Destinando tutto il ricavato alla Paolo Onofri, insieme a cui realizzaremo una piccola dispensa che racconti questa esperienza e ne lasci traccia come pungolo perché abbia un seguito nei prossimi anni” ha ricordato Fratti. “E’ stata un’iniziativa bellissima e ci auguriamo abbia un seguito. Ringrazio tutti di tanta generosità, questa somma, insieme ad altre raccolte, verrà utilizzata per l’acquisto di nuove attrezzature per il nostro ospedale” ha fatto quindi eco Ioli. “Ciliegina” sulla torta della giornata, l’istallazione in ferro nata proprio da una suggestione di Fratti in occasione delle serate di Qui Santarcangelo e fatta immediatamente propria dall’amministrazione comunale. Un’idea che ha subito scatenato un nuovo moto di adesione collettiva: l’opera è stata infatti realizzata gratuitamente dal carpentiere Luigi Drudi della ditta C.M.D. di Villa Verucchio e dal saldatore Luca Sirotti, il basamento è stato donato dai F.lli Anelli, il pratino dal Vivavio Fabbri, il maxi assegno simbolico in forex da Immaginazione S.r.l. e il trasporto da Nuova Cei. “Quando si parla di identità non si può non pensare a Tonino Guerra, il genio più grande che abbia avuto questa città. Il “suo” ciliegio aveva un forte valore simbolico, era un invito a riappropriarsi di spazi come le piazze e vorremmo che questo avesse la stessa forza: diventasse simbolo e stimolo per un ripensamento di alcuni luoghi e della loro viabilità magari con l’apertura di un confronto aperto” ha chiosato ancora Fratti dopo i nuovi ringraziamenti per l’istallazione portata a termine in pochissimo tempo.

“Qui Santarcangelo si inserisce in un percorso di cultura del cibo e della cucina che stiamo perseguendo, su cui stiamo lavorando e lavoreremo, e questo assegno a un ente come la Paolo Onofri è l’ennesima bella dimostrazione di come la nostra sia una comunità contrassegnata da grande civismo e spirito solidale. Qui c’è gente che si adopera per il prossimo in prima persona sia raccogliendo contributi che riunendosi in enti che fanno del mettersi in gioco un modus vivendi” ha chiuso il cerchio la sindaca Alice Parma, inaugurando il ciliegio, inserito nel calendario dell’EcoNatale 2019: “E’ un primo assaggio degli omaggi per il centenario di Tonino che attraverseranno tutto il 2020 e che onoreremo in varie forme. La sua ispirazione è sempre presente su più direttrici e a proposito degli spazi, dopo aver a lungo pensato e progettato è arrivato il momento di concretizzare una riorganizzazione di quelli cittadini grazie anche a un bando regionale cui abbiamo partecipato e che abbiamo vinto: ben venga ogni contributo, il confronto è aperto per passare dalle idee alle opere nel brevissimo futuro”.