Marted́ 29 Settembre17:08:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

San Giovanni in Marignano guarda al territorio e alla coesione sociale del suo comune

Approvato il bilancio di previsione 2020 da parte dell'ultimo consiglio comunale dell'anno

Attualità San Giovanni in Marignano | 11:36 - 20 Dicembre 2019 San Giovanni in Marignano guarda al territorio e alla coesione sociale del suo comune

L'ultimo consiglio comunale di San Giovanni in Marignano ha approvato il bilancio di previsione 2020 con voto unanime della maggioranza e voto contrario dei consiglieri di minoranza.

​​​​​​"Noi crediamo fortemente che l’ente pubblico debba garantire servizi alla comunità essendo il primo punto di riferimento per il cittadino: per questo perseguiamo, anche in questo bilancio, l’obiettivo del mantenimento dei servizi e della loro qualità, l’economicità delle spese, la tutela sociale e ambientale. 
​​​​
Anche quest’anno abbiamo scelto, dunque, prima dell’approvazione, di attuare un percorso partecipativo e di confronto attraverso gli incontri di presentazione delle linee programmatiche con le rappresentanze sindacali e di confrontarci con i consiglieri di minoranza, ma anche con i cittadini durante incontri pubblici nel capoluogo e nelle frazioni. Riteniamo infatti che partecipazione, comprensione, ascolto, confronto e trasparenza siano elementi fondamentali per poter amministrare al meglio un territorio, alimentando fiducia e crescita reciproca".

Il b​​​​ilancio è stato redatto tenendo conto delle entrate attendibili e delle spese, il cui ammontare è stato calcolato in relazione ai fabbisogni segnalati dagli uffici e dagli impegni programmatici. Considerato il lavoro di ottimizzazione ed efficientamento messo in atto negli ultimi cinque anni, siamo consapevoli che la spesa sia diventata ormai difficilmente comprimibile, se non con la scelta di eliminare o ridurre servizi importanti per i cittadini marignanesi.

"Ricordiamo, a questo proposito, l’accorpamento delle sedi comunali o la rivisitazione di alcuni servizi (vedi centro estivo dai 6 ai 13 anni o la gestione interna del verde) che hanno prodotto risultati significativi. Oltre a questo non ci stancheremo mai di ringraziare la rete di volontariato attiva sul nostro territorio, che ci permette di mettere in atto eventi e azioni sociali con un apporto di risorse pubbliche estremamente limitato rispetto al passato. Si è infatti instaurato un circuito virtuoso che unisce e dà vita al nostro tessuto sociale ed arricchisce moltissimo l’offerta culturale, sociale e turistica della nostra città".
 
SOSTEGNO ALLE FRAGILITA’
Importante e prioritario resta il nostro intervento a sostegno delle persone e delle famiglie in situazioni di fragilità dal punto di vista culturale, sociale ed economico. A seguito della richiesta di incremento delle ore di educatori scolastici conseguente ad un aumento di ragazzi e bambini con disabilità nelle scuole (si è passati da 21 bambini a 30 nel nostro Istituto Comprensivo), abbiamo stanziato 65.000,00 euro in più rispetto all’anno precedente, arrivando ad un importo totale di circa 230.000,00 euro. Abbiamo scelto infatti di dare una risposta forte in questo senso, perché riteniamo di non poter lasciare indietro chi vive situazioni personali di disagio e di difficoltà.
I nostri interventi a favore delle famiglie in situazione di fragilità e degli anziani impegnano complessivamente la nostra spesa per circa 300.000,00 euro di cui 160.000,00 a favore degli anziani, comprensivi della quota AUSL.
 
SOSTEGNO ALLA CRESCITA
Viene data tempestiva attuazione al Decreto Crescita, prevedendo lo stanziamento della somma di euro 10.000,00 per la promozione dell’economia locale, incentivando la riapertura e l’ampliamento delle attività commerciali, attraverso il rimborso dei tributi comunali regolarmente pagati nell’anno precedente dalle imprese in difficoltà o da quelle che intendono investire sullo sviluppo.
È stata altresì confermata la misura a sostegno della nuova imprenditoria con uno stanziamento di 5.000,00 euro a carico del bilancio comunale a favore delle nuove imprese artigianali e commerciali, che si vanno a sommare ai 3.500,00 previsti per il sostegno del centro commerciale naturale localizzato nel nostro centro storico.
 
ATTENZIONE PER LA SICUREZZA URBANA
Viene confermata l’attenzione per la sicurezza urbana con l’ultimazione di entrambi i progetti previsti dal patto siglato con il prefetto di Rimini, ovvero l’impianto di video sorveglianza per il costo complessivo di 270.000,00 euro, che permetterà il controllo di tutte le principali vie di accesso del nostro Comune, nonché dei punti sensibili, oltre alla messa in sicurezza di due parchi cittadini con un costo di circa 70.000,00 euro.
 
LA PAROLA AI CITTADINI
Anche per il 2020 lo stanziamento per il Bilancio Partecipativo è di 50.000,00 euro. Nelle scorse settimane, durante gli incontri nelle frazioni, abbiamo invitato tutti i cittadini a partecipare e a presentare le nuove proposte relative ad ogni frazione entro il 15 febbraio.
 
PROGRAMMA LAVORI PUBBLICI
Nel Programma Triennale dei Lavori Pubblici per il 2020-22, per l’annualità 2020 sono state previste le risorse per garantire la realizzazione di opere pari a 1.100.000,00 euro, di cui 250.000,00 per la messa in sicurezza della Scuola dell’Infanzia di Montalbano, 200.000,00 per le manutenzioni stradali, 100.000,00 per il restauro della Chiesa di Santa Lucia, 450.000,00 per l’ampliamento del Cimitero capoluogo e 100.000,00 euro per la costruzione di una passerella ciclo-pedonale a fianco del ponte sul Ventena in via Vittorio Veneto.
 
SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE
Si conferma l’attenzione verso la sostenibilità ambientale con la previsione di 10.000,00 euro per mettere a dimora nuove alberature e raggiungere l’obiettivo di 300 alberi per il biennio 19/20.  
Per quanto riguarda la tariffa puntuale, non disponendo ancora del Piano Economico Finanziario del servizio, occorre rinviare ogni valutazione di natura economica, che comunque non dovrebbe subire scostamenti rispetto ai valori dell’anno precedente. Infatti, grazie agli ottimi risultati raggiunti dai cittadini, il nostro Comune ha raggiunto il risultato dell’86,56 % di raccolta differenziata, che ha garantito, per i cittadini stessi, costi nella tariffazione sensibilmente più bassi di tutti gli altri Enti della provincia.
 
REVISIONE DELLE ENTRATE
A seguito dell’aumento della spesa che è incrementata nelle voci del sociale, dei costi dei contratti del personale, ma anche per i premi assicurativi, per le spese informatiche e le emergenze ambientali, è stato necessario pensare ad una revisione delle entrate, sia per l’aumento dell’indice ISTAT, che per il ridimensionamento dei trasferimenti statali (da oltre 400.000,00 euro a 80.000,00 euro nel 2019). I servizi a domanda individuale, quali mensa e trasporto scolastico, hanno dunque subito un lieve aumento. Nonostante questo, a testimonianza dell’attenzione per le fragilità, è significativo il mantenimento delle soglie di esenzione completa per le famiglie con reddito inferiore a 3.000 euro e tariffa al 50 % per le famiglie con reddito dai 3.001 agli 8.000 euro.
 
UN IMPEGNO PER IL PAESE
A San Giovanni in Marignano, nel tempo, si sono sviluppati e strutturati progetti, servizi ed interventi sempre mirati a rispondere alle esigenze della cittadinanza, a fronteggiare le diverse situazioni di bisogno ed emergenza e a prevenire qualsiasi forma di criticità sociale, economica. Tutto questo ha portato il paese e la sua cittadinanza a fruire di una situazione generale di armonia ed equilibrio. Proprio per preservare questo patrimonio, nel bilancio di previsione sono state introdotte due manovre che permetteranno di mantenere i servizi nella loro incisività e qualità, garantendo alle esigenze l’adeguata garanzia di copertura. Nello specifico si passa all’introduzione della tassa per il passo carraio e alla rimodulazione dell’Irpef, mantenendo la stessa quota di esenzione pari a 10.000 € di ISEE. Di fronte alla situazione delineatosi e sopra descritta, l’impegno del gruppo di maggioranza di questi ultimi mesi, nello studio e lavoro sulla previsione di bilancio 2020, è stato complesso e molto difficile. Tuttavia, di fronte alla responsabilità su temi etici quali il sociale e l’ambiente o il taglio dei servizi e le tutele ai più deboli, non può esserci per noi alcuna esitazione.