Sabato 26 Settembre23:08:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Economia: in cosa investono gli italiani?

Gli strumenti finanziari sui quali puntare sono tanti e dipendono molto dalla disponibilità economica

Attualità Nazionale | 08:51 - 20 Dicembre 2019 I risparmi degli italiani I risparmi degli italiani.

Sono lontani ormai i tempi in cui il mondo degli investimenti era riservato a poche persone. Oggi, infatti, con le nuove tecnologie tutti possono misurarsi con questo genere di attività. Gli strumenti finanziari sui quali puntare sono tanti e dipendono molto dalla disponibilità economica e dal rischio che si vuole correre.
Secondo uno studio condotto da Istat e Bankitalia, redatto attraverso la misurazione della somma delle attività reali (abitazioni, terreni, ecc.) e delle attività finanziarie (depositi, titoli, azioni, ecc.) al netto delle passività finanziarie, a fine 2019 la ricchezza netta delle famiglie italiane è stata pari a 9.743 miliardi di euro, otto volte il loro reddito disponibile e in particolare le attività finanziarie hanno raggiunto 4.374 miliardi di euro, in crescita rispetto all’anno precedente. La ricchezza complessiva (ossia quello che hanno in mano) è di 10.669 miliardi di euro.
I risparmi degli italiani, per circa il 58% del totale, sono stati investiti nel mercato immobiliare. Investire nel mercato immobiliare, nello specifico in quello residenziale, è una scelta che ha permesso di osservare un aumento dei rendimenti negli ultimi 12 mesi (+6,6% dal +5,9% dell’anno precedente).

I numeri degli investimenti degli italiani
Nel portafoglio delle famiglie italiane ci sarebbero 4.051 miliardi di euro nel 2016 di investimenti in liquidità ( escludendo gli immobili) con un aumento dello +0,5% in Italia e dello + 3,2% in tutta l’eurozona.
In particolare, nel Nostro paese – come ci dice la Consob – la limitata alfabetizzazione del risparmiatore italiano ne limita la comprensione dei fenomeni sia finanziari che di politica estera che ne derivano.
Si pensi che solo il 6% degli intervistati dell’indagine conosce come si diversificano gli investimenti, un numero veramente impressionante di persone che – da solo – dovrebbe dare un’idea di cosa stiamo parlando. Molti di questi fondi sarebbero stati trasferiti da Obbligazioni di Stato ed altri titoli garantiti, verso polizze vita e fondi comuni di investimento.
Insomma: oggi come oggi , quelli che erano gli investimenti sicuri degli italiani sono orientati per il 35% su fondi investimento e polizze vita, cioè un tipo di investimenti che non sono più così sicuri al 100% ma che nemmeno hanno rendimenti bassissimi come quelli offerti dalle obbligazioni di Stato. Il valore complessivo degli investimenti nei prodotti assicurativi ha raggiunto i 1000 miliardi e un quarto del totale degli investimenti nel nostro paese a fronte di una quota che nel 2018 rappresentava il 18% del totale. Al tramonto poi la tendenza italiana di affidarsi a prodotti postali e bancari a basso rendimento ma solidi e sicuri visto che i vecchi depositi perdono il 14% degli investimenti e si allontanano sempre di più dalle preferenze delle famiglie.
La partecipazione ai mercati finanziari è più elevata tra coloro che possiedono conoscenze finanziarie maggiori, nutrono interesse per la finanza  e fiducia nel sistema finanziario, mentre si riduce per i soggetti finanziariamente ansiosi. In questo contesto appare molto importante il ruolo dell’informazione finanziaria. Oltre il 40% degli italiani dichiara di informarsi in merito all’andamento degli investimenti e dei mercati finanziari. Una persona su due ha dichiarato di non sottoscrivere un certo prodotto di impiego del risparmio se prima non ne ha compreso le caratteristiche. La propensione a leggere i documenti informativi è meno pronunciata per le donne, gli anziani e le persone meno acculturate mentre aumenta per i soggetti meno ansiosi appassionati di finanza o desiderosi di riprendere il controllo della loro situazione finanziaria.

Su cosa puntare nel 2020
Anche per il prossimo anno il consiglio è quello di diversificare il proprio portafogli: avere un’ottima varietà nelle proprie disponibilità può essere un motivo importante per avere poi degli ottimi risultati in futuro e – allo stesso modo – minimizzare in maniera molto interessante gli inevitabili rischi. Il tutto, però, a discapito di quelli che possono essere i possibili guadagni, mentre si beneficia in maniera importante nel lato della sicurezza complessiva.
Un altro consiglio importante è quello di diffidare di chi propone soluzioni facili per guadagnare in maniera rapida nel mondo del trading: purtroppo chi offre dei metodi di guadagno veloci ed esenti da pericoli, sta mostrando un qualcosa che è difficile da ottenere nel mondo reale. Le previsioni che spesso vengono effettuate nel corso del tempo si rivelano poi errate e lasciano con l’amaro in bocca gli investitori, che avevano creduto molto a previsioni che si sono poi rivelate sbagliate.
Quando si investe in un titolo bisogna quindi considerare tutte le possibili variazioni e oscillazioni, cercando di fidarsi solo di fonti autorevoli e, magari, istituzionali: in ogni caso sarà sempre presente qualcuno che prometterà di farci ottenere una soluzione rapida e semplice per guadagnare. Attenersi a fonti acclarate e che godono solo di pareri positivi com’è il sito di Meteofinanza.com è uno step fondamentale da fare per avere un buon futuro nel settore. Un caso particolarmente importante, da tenere in considerazione nel periodo recente, può essere ad esempio costituito dalla Brexit, evento epocale che porterà conseguenze economicamente e finanziariamente importanti non solo nel paese coinvolto, ma anche in quelli adiacenti.