Venerdý 03 Aprile00:01:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione: l’ Mc Hip Hop Contest fa 25, in arrivo migliaia di appassionati di street dance

In programma dal 3 al 6 gennaio al Palazzo dei Congressi e Palazzo del Turismo: tante le novità

ASCOLTA L'AUDIO
Eventi Riccione | 17:26 - 18 Dicembre 2019 La presentazione dell'Mc Hip Hop Contest La presentazione dell'Mc Hip Hop Contest.

Venticinque anni di passione pura: quella per l’hip hop. E’ in arrivo a Riccione l’Mc Hip Hop Contest, l’ evento per i giovani, nato per rafforzare la loro grande passione per la street dance che negli anni ha saputo trasformarsi in un grande show capace di coinvolgere un pubblico eterogeneo e di riunire diverse generazioni.
Il Palazzo dei Congressi e il Palazzo del Turismo ospitano dal 3 al 6 gennaio una non-stop di stage, workshop, battle, contest e il programma si arricchisce con numerosi show e one night che animano diverse location della città.

UN EVENTO IN CRESCITA: I NUMERI
La  XXV° edizione, organizzata da Idea s.r.l/Cruisin’, con la collaborazione del consorzio Costa Hotels e Federalberghi Riccione (Associazioni Albergatori Riccione) e il Patrocinio del Comune di Riccione, conferma il successo di un evento ormai consolidato e si arricchisce con nuove iniziative che ampliano target e orizzonti culturali creando un’interessante sodalizio tra musica e danza.
Un evento in continua crescita, ad oggi già quasi 2500 persone prenotate negli hotel convenzionati (per una media di 3 notti), un trend positivo rispetto ai dati dello stesso periodo della scorsa edizione e un significativo aumento di ballerini provenienti dall’estero: Francia, Germania, Austria, Polonia, Svizzera, Olanda, Argentina a cui si aggiungono i diversi coreografi ospiti provenienti da America e Canada. Quattro location tra cui anche Ceccarini Cafe' e Grand Hotel, 42 coreografi internazionali per 58 ore di lezione e ben 135 crew. Lo streaming della manifestazione lo scorso anno ha fatto registrare oltre 100mila visualizzazioni, mentre quelle sui social solo altre un milione e novecentomila.

LE NOVITA’
Una delle novità su cui si è potuto lavorare alla luce dell’accordo triennale con l’amministrazione è il la serata “Rap‘n Breaking”: un’inedita commistione tra musica e danza. Dalle ore 21.00 del 3 gennaio al Palazzo dei Congressi di Riccione le finali delle battle freestyle sono accompagnate dalle performance live di giovani rapper scelti per il loro grande talento artistico. Un mix tra musica e danza ideato ed organizzato per dare forma a nuove collaborazioni e prospettive di sviluppo dell’evento.  
Nella stessa sera, per la prima volta, il battle di Dancehall è in programma nella serata del 3 gennaio in una location davvero inusuale: il Grand’Hotel di Riccione. Una serata esclusiva per dare spazio ad uno degli stili più amati della cultura hip hop, la dancehall, che nata fra la fine degli anni ’70 e gli anni ’80 in Giamaica nel seno della musica reggae, porta con sé un’energia vitale molto esuberante.
Ospite speciale inoltre durante la serata del Dance Theatre del 6 gennaio, giornata di finali, sarà la Compagnia di danza NNChalance che presenta la performance di un gruppo di giovani ballerini tra i quali i ragazzi con sindrome di Down del Centro 21 di Riccione: un’altra grande testimonianza delle straordinarie potenzialità inclusive della danza.
Tutto il programma e gli ospiti QUI

LA SODDISFAZIONE DI ASSOCIAZIONI E AMMINISTRAZIONE
“Siamo contenti di questo accordo con Cruisin' – spiega Gabriele Galassi, Presidente del Consiglio Comunale in rappresentanza dell’amministrazione – ho da sempre apprezzato questa manifestazione che ho seguito tutti gli anni, capace di portare energia soprattutto in un particolare periodo dell’anno. Credo che la contaminazione sia fondamentale per la nostra città”.
Un evento che è una garanzia per Daniela Angelini di CNA, “stiamo andando nella direzione giusta perché rafforza l’identità del territorio”.
“E’ record di pernottamenti – svela Bruno Bernabei di Costa Hotels -. Bisognerebbe dar voce ad un discordo di continuazione dell’evento in tutto l’arco dell’anno”. E a fargli eco sullo stesso discorso anche Bruno Bianchini presidente dell’ AIA: “Abbiamo portato a casa il risultato, pensiamo solo al ritorno mediatico che avrà Riccione in quei giorni”.
“In 25 anni oltre 2000 coreografie hanno fatto la storia dell’urban, ispirando ballerini di tutto il mondo. L’Mc è un laboratorio di idee e talenti, un progetto a cui si lavora tutto l’anno” afferma soddisfatto il patron e organizzatore della manifestazione Ennio Tricomi (in AUDIO l’intervista)


Maria Assunta (Mary) Cianciaruso

ASCOLTA L'AUDIO