Mercoledý 30 Settembre09:24:23
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, dal 2020 si lavorerà per la sistemazione dei viali delle Regine

L’asse del viale comprenderà un marciapiede pedonale, una fascia per dehors, mentre a mare della carreggiata ci sarà il marciapiede

Attualità Rimini | 16:18 - 18 Dicembre 2019 Viale Regina Elena (Da Google) Viale Regina Elena (Da Google).

"La creazione di un’immagine identitaria forte e la riappropropriazione della visuale aperta verso il mare, attraverso una complessiva ridefinizione dei percorsi stradali e delle aree verdi": sono questi, come evidenziato dall'amministrazione comunale di Rimini, i tre macro obiettivi che guidano il progetto di riqualificazione dei viali delle Regine il cui studio di fattibilità è stato discusso e approvato dalla Giunta Comunale e inserito nel piano Triennale dei Lavori Pubblici 2020/2022. Il progetto si svilupperà per stralci da piazza Marvelli a Marebello, ideato "per riorganizzare gli assi dei viali turistici e commerciali a ridosso dei lungomari, recuperando e attualizzando i simboli della storia balneare che ha reso Rimini un luogo simbolo nel mondo, in continuità con il disegno di rigenerazione del waterfront del progetto del Parco del Mare".


Il progetto


I primi interventi comporteranno un investimento per il 2020 di circa 500mila euro. La sede stradale sarà organizzata in fasce orizzontali funzionali, da monte verso il mare: la prima fascia del viale pedonale; la seconda fascia a verde con sedute e con aree sosta auto-moto che ospitano a tratti l’inserimento di spazi per verde o dehor; la terza fascia destinata alla carreggiata a doppio senso di marcia; infine la quarta fascia per il marciapiede lato mare.

Lo stralcio del primo lotto del progetto di fattibilità prevede la riqualificazione del tratto stradale di Via Regina Elena compresa tra Viale Tripoli e Via Giusti. Il progetto distingue le diverse fasce funzionali  - carreggiata, verde, parcheggi, marciapiede - ricorrendo a colori e materiali diversi. Nello specifico l’asse del viale comprenderà un marciapiede pedonale con almeno due metri liberi riservati al passeggio, una fascia per dehors delle stesse dimensioni, mentre a mare della carreggiata ci sarà il marciapiede di almeno un metro. Le pavimentazioni e le aree pedonali saranno contraddistinte da motivi lineari, così da creare un paesaggio urbano armonico ed omogeneo, che sarà completato da lampioni colori e loghi specifici e particolari specie arboree per creare tratti di viale ben identificabili. In corrispondenza delle estensioni del marciapiede verso la carreggiata, negli spazi dove non sono presenti gli stalli per la sosta di auto e moto (il progetto non comporterà modifiche nella dotazione degli stalli), saranno attrezzate piccole aree verdi (pocket space) o dehors.

Con questo progetto – è il commento dell’amministrazione comunale – si va ad intervenire sul cuore turistico e commerciale della zona della marina, rendendo omogeneo e più ordinato il disegno dei viali, valorizzati attraverso spazi verdi, scelte di arredo e riportando alla luce tratti identitari della storia balneare della città. Un progetto che si svilupperà per step, e che interesserà anche in stretto dialogo con gli interventi del Parco del Mare, e che consentirà di dare ulteriore impulso alla rigenerazione e ammodernamento della nostra fascia costiera sulla base di un disegno coerente e armonico”.