Domenica 27 Settembre14:39:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Installazione di un'antenna di telefonia mobile a Misano Monte: la precisazione del sindaco Piccioni

Le proteste hanno investito l'amministrazione, che però ricorda quali solo gli spiragli di legge

Attualità Misano Adriatico | 12:19 - 18 Dicembre 2019 Installazione di un'antenna di telefonia mobile a Misano Monte: la precisazione del sindaco Piccioni

Dopo la protesta dei residenti di Biyblos e Misano Monte contro l'installazione di un ripetitore di telefonia mobile della Wind lungo la via San Clemente, all’interno di un parco pubblico, il sindaco Fabrizio Piccioni difende l'operato suo e dell'amministrazione, che ha svolto «in maniera ineccepibile il suo ruolo: abbiamo incontrato i cittadini, spiegato qual è la situazione e le norme entro le quali è possibile agire». La legge consente ai gestori di telefonia di installare ripetitori in qualsiasi luogo pubblico o privato, senza rispettare alcuna distanza dalle abitazioni, ma con l’obbligo di rispettare le emissioni. «Ricordo che abbiamo avuto diverse segnalazioni da Misano Monte perché sollecitassimo le compagnie a causa del disservizio».

Il regolamento comunale obbliga i gestori a installare i ripetitori su aree pubbliche «così da individuare le aree più distanti dalle abitazioni. In questo caso siamo a 70 metri di distanza e ogni altra area di proprietà del Comune non garantirebbe tali distanze dagli edifici». Arpa e Ausl dovranno dare un parere preventivo e successivo all’installazione.