Sabato 18 Gennaio16:25:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il Metromare tra Rimini e Riccione estende l’orario delle corse per rispondere ai bisogni degli utenti

Sono previste anche iniziative promozionali sotto le feste natalizie, con corse notturne

Attualità Rimini | 13:45 - 16 Dicembre 2019 Foto da Facebook Foto da Facebook.

L’andamento particolarmente positivo della fase sperimentale di Metromare e le richieste dell’utenza per avere corse nel primissimo mattino hanno condotto alla decisione da parte di Provincia di Rimini e Comune di Rimini, in collaborazione con Pmr e Start Romagna, di lanciare da subito un potenziamento del servizio, accompagnato anche da una serie di iniziative di carattere promozionale collegate alle feste.

L’anticipo mattutino, che è una richiesta espressa dell’utenza di queste prime settimane di sperimentazione, scatterà dal 1° gennaio 2020 in modo definitivo: Metromare anticipa la partenza delle corse sia da Rimini sia da Riccione alle ore 6.30.

Relativamente invece alle iniziative collegate alle feste, sono previste una serie di iniziative: Abbonamento 20-20-20: per 20 euro si viaggia su Metromare dal 20 dicembre al 20 gennaio, con la possibilità dell’ingresso gratuito alla mostra “Fellini 100 Genio immortale”; estensione degli orari al mattino e alla sera: dal 24 dicembre 2019 al 05 gennaio 2020 il servizio è esteso dalle ore 6.30 fino all’una di notte; capodanno gratis: servizio gratuito su Metromare e su tutte le linee del bacino della provincia di Rimini dalle ore 20.00 del 31 dicembre alle ore 07 del 1 gennaio 2020.

“Proponiamo un pacchetto di provvedimenti – afferma il presidente della Provincia Riziero Santi - che non riguarda solo la promozione dell'uso di Metromare ma risponde ad una esigenza di implementazione e potenziamento del servizio che ci viene delle prime indicazioni della fase sperimentale in corso: aumento della fascia oraria del servizio del mattino e della notte, oltre che nel periodo delle feste di Natale e Capodanno. C'è poi la gratuità della notte di Capodanno e l'abbonamento a 20 euro che saranno certamente graditi dai cittadini e utenti, soprattutto giovani. La sperimentazione ci dice anche di un ampliamento interessante della schiera dei fruitori del trasporto pubblico che coglie l'obiettivo di spostare la mobilità dai mezzi privati ai mezzi pubblici”.

“Il Metromare dimostra sin dalla fase sperimentale – dichiara l’assessore alla mobilità del Comune di Rimini Roberta Frisoni - di essere un mezzo a modularità flessibile. Si adatta cioè al cliente e all'utilizzo e già questo è un bel salto di qualità rispetto al contesto pregresso. Non solo. Dimostra da subito di essere il mezzo di trasporto pubblico più adatto e efficace per raccordare le nuove esigenze di una Riviera che è capitale dell'ospitalità 12 mesi all'anno. Gli eventi e soprattutto la riqualificazione urbana in atto a Rimini e in altre città costiere ha il Metromare come filo rosso, capace di attirare nuova clientela,  specie tra i giovani per i quali più che le polemiche e i ricorsi contano i fatti e l'utilità. E la sicurezza visto che il trasporto pubblico è una vera alternativa a mettersi alla guida dell'auto in serate particolari come Natale e Capodanno”.