Luned́ 21 Settembre12:26:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Via il degrado all'ex fornace di Bellaria Igea Marina, ultimate operazioni di pulizia

Il sindaco Giorgetti: "vogliamo restituire il decoro ad aree patrimonio del Comune"

Attualità Bellaria Igea Marina | 11:21 - 14 Dicembre 2019 L'ex fornace dopo le operazioni di pulizia L'ex fornace dopo le operazioni di pulizia.

 
E’ stato completato l’intervento di sistemazione che ha riguardato il complesso della ex Fornace di Bellaria Igea Marina: divenuta patrimonio del Comune, l’area ha visto la rimozione totale di beni e attrezzature abbandonati, con una pulizia generale che ha riguardato anche la vegetazione ed i rovi che avevano ormai reso proibitivo l’accesso alla zona.
 
L’intervento presso la ex Fornace si unisce alla pulizia e al riordino dei luoghi realizzati presso l’area ed i manufatti, poco distanti, un tempo proprietà dell’Acquedotto di Cesenatico ed acquisiti nei primi anni Duemila dal Comune. “Si tratta di una proprietà che si estende su circa 800 metri quadrati, area su cui insistono una piccola torretta in muratura e lo stabile dell’allora custode del complesso”, spiega l’Assessore Ceccarelli. “Entrambi i manufatti”, continua, “sono rimasti inutilizzati sin dalla loro acquisizione, ormai ventennale, aggrediti nel tempo da una folta vegetazione; piante la cui crescita è giunta al punto da rendere complicato l’accesso agli stabili, facendone allo stesso tempo dimora appetibile e seminascosta per ospiti indesiderati. Non a caso, presso i due manufatti si è proceduto in passato anche alla muratura di ingressi e finestre, vie d’accesso che tuttavia sono poi state forzate nuovamente.”
 
Chiude il Sindaco Filippo Giorgetti: “Questi interventi, penso soprattutto alla ex Fornace, intendono restituire ad aree patrimonio del Comune quel decoro che, in applicazione del Regolamento di Polizia Urbana, la nostra Amministrazione si è data come obiettivo per tutte le zone del territorio. Anche per quanto riguarda la proprietà appartenuta all’Acquedotto di Cesenatico”, aggiunge, “l’Amministrazione Comunale sta procedendo alle opportune verifiche atte a valutare un’eventuale, futura destinazione dell’area e dei manufatti che vi insistono.”