Marted́ 21 Gennaio14:40:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Stop apertura ipermercati nei giorni di Natale e Capodanno: la riflessione di Federconsumatori Rimini

Il presidente Graziano Urbinati: "non la legge nazionale, ma gli enti locali devono valutare i bisogni commerciali del territorio"

Attualità Rimini | 16:38 - 13 Dicembre 2019 Federconsumatori Rimini chiede una revisione delle norme sull'apertura festiva delle attività Federconsumatori Rimini chiede una revisione delle norme sull'apertura festiva delle attività.

Federconsumatori Rimini riapre l'annoso dibattito sulle aperture delle strutture commerciali nelle giornate di Natale, Santo Stefano e Capodanno, auspicandosi una revisione della normativa introdotta dal governo Monti, non solo sul fronte degli orari di apertura, alla quale stanno pensando alcuni esponenti politici, aggiungendo: "Da tempo riteniamo sia necessario restituire agli Enti locali, al dialogo tra le parti, le valutazioni in merito ai bisogni commerciali del territorio, anche sul fronte della crescita di nuove strutture commerciali di grandi dimensioni". In particolare, l'apertura di supermercati e ipermercati nelle tre giornate festive (la precedente normativa la vietava) dimostra, a detta di Federconsumatori, che sia "necessario muoversi  per la ricostruzione di un equilibrio tra le esigenze dei consumatori e dei lavoratori, tra quelle delle imprese grandi e quelle piccole, tra il commercio di grandi dimensioni delle periferie e quello di medie e piccole dimensioni nei quartieri e nei centri storici, oggi in sofferenza". Per il presidente di Federconsumatori Rimini, Graziano Urbinati, la parola chiave è equilibrio: "equilibrio per chi si appresta, speriamo,  a ricostruire norme che garantiscano il rispetto delle nostre festività, religiose e civili, tentando di opporsi alla perdita di memoria, ad un vuoto culturale che dovrebbe preoccupare tutti coloro che hanno caro il senso e la storia delle nostre comunità".