Luned́ 27 Gennaio09:34:48
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO: la magia del Natale a Sant'Agata Feltria. Domenica il gran finale con luci e spettacoli

L’Angelo che discende dal campanile e il presepe itinerante tra le attrazioni. Attesa la befana di Urbania

Eventi Sant' Agata Feltria | 15:31 - 13 Dicembre 2019 Immagini di Sant'Agata Feltria "Paese del Natale" Immagini di Sant'Agata Feltria "Paese del Natale".

Sant’Agata Feltria è un borgo incantato. Quando poi si trasforma nel “Paese del Natale”, la magia è completa. Aggiungiamo le suggestive novità che la manifestazione regala in questa edizione 2019, e il fascino è alle stelle.

La piazza illuminata “d’immenso”, l’angelo che scende dal campanile, i presepi viventi. E il percorso dei “presepi d’arte”. Sono solo alcune delle novità che stanno “stregando” i visitatori di Sant’Agata Feltria in occasione de “Il Paese del Natale”, la manifestazione organizzata dalla Pro Loco e giunta alla 23ª edizione. “Il Paese del Natale” propone 150 espositori presenti, provenienti da diverse regioni italiane. Per il 15 dicembre ci sarà un gemellaggio con Urbania: in arrivo una bella sorpresa, la befana. Inoltre prima della discesa dell'angelo saranno premiati il miglior banco di tutta la fiera e un cittadino di Sant'Agata Feltria per il servizio reso alla comunità con la sua attività lavorativa.


L'ultima domenica del Paese del Natale


Domenica è in programma l’ultima giornata di questo che è l’appuntamento d’inverno più importante del centro Italia per gli appassionati di mercatini natalizi, e richiama migliaia di visitatori da ogni parte del BelPaese (ben oltre le 110.000 presenze finora). Nell’ampia esposizione vengono proposte idee regalo, oggetti di artigianato artistico e decori di gusto raffinato, il tutto avvolto in un’atmosfera ricca di fascino e di antiche tradizioni.

Complice anche la stagione favorevole, il “Paese del natale” 2019 ha riscosso un successo strepitoso. Decine e decine i pullman che ogni settimana invadono festosamente il borgo della Valmarecchia. Arrivano da tutta Italia: da Bari a Novara passando per Pescara, Terni, Reggio Emilia.

La suggestiva “Discesa dell’Angelo” (dalla Torre civica a piazza Garibaldi) prevede due discese al giorno alle ore 12 e alle 17 circa. Una volta disceso, l’Angelo deporrà un Bambinello nella Natività posta sotto il portico del Teatro Mariani. “La discesa dell’angelo è stata seguitissima. – commenta entusiasta il presidente Pro Loco Stefano Lidoni – Si tratta di un momento davvero di grande emozione quando i visitatori, con il naso all’insù, seguono la discesa ascoltando la voce narrante”.

Grande successo ha riscosso anche il presente vivente nel quartiere della Rocca, con figuranti da Arrone, dalle 10.30 alle 17. Il gesto verrà ripetuto anche domenica. Previsto anche il concerto d’organo nella Chiesa Collegiata.
Curiosità: un rappresentante del Dispensario Vaticano Santa Marta, “folgorato” dalle iniziative del “Paese del Natale”, ha chiesto l’utilizzo di una carriola utilizzata dagli elfi che percorrono in lungo e in largo il borgo. Con tale carriola, il Dispensario Vaticano Santa Marta porgerà un regalo a Papa Francesco.

Molto apprezzato è anche il grande Albero di Natale allestito in Piazza Garibaldi. Si tratta di un grande albero, posto nella piazza centrale del paese e allestito grazie al contributo di privati, enti, associazioni e aziende del territorio che hanno inteso prendere parte a questo “Albero di Natale comunitario”.


Il percorso dei presepi


Quest’anno è stato allestito il “Percorso dei presepi d’arte”: in mostra tutte le bellissime opere d'arte di cui il paese – già noto per l’affascinante e originale itinerario “A riveder le stelle” – dispone. L’importante presepista reggiano Angelo Pigozzi ha prestato per l’occasione quattro sue opere d’arte. Accanto al poker dei diorami di Pigozzi, il percorso ne comprende altri, di diverse tematiche e autori: si trovano nella Sala del Consiglio Comunale (sopra il Teatro Mariani), in un locale annesso a Rocca Fregoso, in tre diverse ubicazioni di via Battelli (due sono posizionati nell'atrio e nella chiesa del convento delle Suore Clarisse), nella Chiesa Collegiata e, per finire, nell'ex convento di San Girolamo (sono una ventina, tra cui uno antico e prezioso di artigianato Lombardo del XVIII sec.).

“Nonna Lucia” (via Battelli) allestisce la grande esposizione di bambole vestite con abiti realizzati interamente a mano dalla “signora della moda” santagatese.

Una manna per chi ama la buona tavola è il percorso gastronomico “I piatti dell’Avvento”, menù degustazione preparato secondo usi e tradizioni del nostro Natale nei ristoranti di Sant’Agata Feltria. “Il Bue” e “L’Asinello” sono invece i due gustosi, lunghi, menù che si possono apprezzare nell’accogliente atmosfera della “Mangiatoia”, l’ampio stand coperto e riscaldato all'interno dell'area fieristica.

“Il Paese di Natale” è a misura di famiglia. “Bambini e famiglie sono e saranno sempre più protagoniste” assicura il presidente della Pro Loco Stefano Lidoni. Ai bambini è infatti dedicata un’intera piazza, Piazza del Mercato ribattezzata per l’occasione proprio la “Piazza dei Bambini”. Comprende la “Casa di Babbo Natale e degli Elfi” (è perfino possibile consumare gratuitamente la cioccolata calda e il biscotto di Natalina) nella quale il segretario di Santa Claus ritira le letterine (dalle 10 alle 18 di ogni appuntamento) che i bambini indirizzano alla simpatica figura vestita di rosso. I bimbi vivono il loro momento magico, ansiosi di vedere realizzati i loro sogni, avvicinandosi stupiti per consegnare le loro letterine al segretario di Babbo Natale, pronto ad accogliere i loro desideri.

Due le renne vere che stazionano nella “Casa di Babbo Natale”: Rudolph e Cometa (protagoniste del film Il mio amico Babbo Natale), provenienti – come la slitta di Santa Claus – direttamente dalla lontana Lapponia.