Mercoledì 23 Settembre18:54:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Gruppo Hera, al via a Santarcangelo la campagna per la corretta raccolta della plastica

Il 38 per cento di quella conferita nel comune è buttata erroneamente, quindi non si può riciclare

Attualità Santarcangelo di Romagna | 10:23 - 13 Dicembre 2019 Un ritaglio della locandina informativa del Gruppo Hera Un ritaglio della locandina informativa del Gruppo Hera.

È stata avviata in questi giorni nel Comune di Santarcangelo di Romagna una campagna di informazione di Hera in collaborazione con l’amministrazione comunale che ha l’obiettivo di migliorare la qualità della plastica raccolta nella differenziata.

Da alcune verifiche effettuate da Hera nei cassonetti di Santarcangelo dedicati alla raccolta differenziata di questo materiale, in realtà circa il 38% di quanto conferito è costituito da plastica diversa dagli imballaggi, che non può quindi essere riciclata per diventare nuovamente materia e rientrare in circolo.

A tutte le 8mila famiglie residenti nel Comune è stato quindi consegnato un volantino con uno slogan molto chiaro: “Questa sì che è plastica”, per sensibilizzare a una sua corretta separazione e di conseguenza garantirne successivamente il recupero.

Nella raccolta della plastica, e quindi nei contenitori gialli presenti sul territorio comunale, vanno gettati solo i contenitori e gli imballaggi, materiali in plastica utilizzati per contenere, imballare, avvolgere oggetti o alimenti: bottiglie e flaconi, vaschette per alimenti anche in polistirolo, piatti e bicchieri di plastica, cassettine, film e pellicole per avvolgere. Vanno eliminati gli eventuali residui di contenuto. Queste poche, semplici ma importanti indicazioni sono riportate nel volantino distribuito. Una buona differenziata consente di aumentare la quantità di materiale effettivamente portato a recupero e accresce il valore dell’impegno profuso dai cittadini che ogni giorno separano con cura i propri rifiuti.

Per qualsiasi dubbio su come fare la raccolta differenziata della plastica, è comunque sempre a disposizione anche l’app di Hera Il rifiutologo, scaricabile gratuitamente e nella quale si possono ricercare e trovare le corrette modalità di raccolta per ogni tipo di rifiuto. Il rifiutologo è anche on line su www.ilrifiutologo.it