Giovedý 28 Maggio03:27:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Moglie denuncia quattro anni di minacce e botte dal coniuge, anche in presenza dei figli minori

Un 43enne campano, già ai domiciliari, è stato sottoposto a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere

Cronaca Rimini | 13:50 - 12 Dicembre 2019 Auto dei Carabinieri (foto di repertorio) Auto dei Carabinieri (foto di repertorio).

Un 43enne campano, già ai domiciliari a seguito di indagini riguardanti un altro reato, è stato il destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Rimini, in relazione alle violenze e alle minacce denunciate dalla moglie. Le indagini dei Carabinieri, coordinati dalla Procura di Rimini, riguardano un ampio periodo temporale: dal 2015 al novembre 2019, quattro anni nei quali, secondo quanto denunciato dalla donna, il marito si è reso protagonista di aggressioni fisiche a schiaffi e calci, spesso in presenza dei figli minorenni, e di un comportamento violento e intimidatorio. I due coniugi erano di fatto separati (lei si era allontanata di casa) e neppure il fatto di trovarsi agli arresti domiciliari ha posto un freno al comportamento del 43enne, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti. L'aggressività dell'uomo sembra si fosse manifestata fin dai primi anni del matrimonio, quando i coniugi non si erano ancora trasferiti a Rimini, per un'immotivata gelosia.