Marted́ 27 Ottobre05:10:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giovedì neve in arrivo sul riminese: accumuli dai 300 metri in su

L'analisi di Centro Meteo Emilia Romagna: "qualche fiocco possibile anche in pianura e costa"

Attualità Valmarecchia | 09:57 - 11 Dicembre 2019 L'entroterra della Provincia di Rimini attende la prima nevicata L'entroterra della Provincia di Rimini attende la prima nevicata.

Neve in arrivo sul riminese nella giornata di giovedì 12 dicembre. In attesa del bollettino per il fine settimana, abbiamo sentito Federico Antonioli di Centro Meteo Emilia Romagna per inquadrare il peggioramento atteso nelle prossime 24 ore.

1) E' alle porte il primo assaggio di maltempo invernale. Ho usato la parola assaggio perché si tratta di una perturbazione breve, giusto?

Sì, sarà una perturbazione piuttosto veloce che attraverserà l'Emilia-Romagna da Ovest verso Est. Un secondo passaggio perturbato ci riguarderà Venerdì, ma di stampo diverso, le temperature tenderanno ad aumentare. Poi dall'inizio della prossima settimana probabilmente rinforzerà l'alta pressione.

2) Per il riminese: quale sarà il momento in cui sono più probabili le precipitazioni?

Le precipitazioni saranno più probabili nel corso della mattinata. Sappiamo bene che è impossibile dare orari, tuttavia è probabile un'attenuazione e un successivo esaurimento a partire dal primo pomeriggio.

3) Fare range di accumuli precisi è impossibile, però possiamo fare una stima riguardo appennino, collina, pianura?

Non fornirò cifre perché non lo ritengo un approccio corretto, una stima precisa in un contesto di questo tipo è pressoché impossibile. Tuttavia se su fascia collinare ed Appenninica potremo registrare accumuli discreti, in pianura sarà ben più difficile. Dai 300 m in su avremo la possibilità di accumulo, anche in relazione a precipitazioni moderate, mentre più in basso molto dipenderà dall'intensità delle stesse. Al momento ritengo difficile la possibilità di accumuli in pianura, al più attorno al centimetro nelle zone più interne, anche se prevarrà probabilmente un contesto di pioggia mista neve, anche perché non sono attesi fenomeni particolarmente intensi. Temporanee fioccate le ritengo possibili nella fase centrale del peggioramento, quando sia il profilo termico sia un possibile e circoscritto aumento dell'intensità delle precipitazioni, potrebbe dare qualche possibilità anche per le zone pianeggianti e costiere.

4) per il prosieguo cosa dobbiamo attenderci?

Venerdì 13 sarà una giornata perturbata,  quota neve in deciso rialzo, ma c'è ancora molta incertezza sulla previsione per venerdì. Ventilazione che tenderà a disporsi dai quadranti meridionali, moderata su pianura e costa, sino a forte in Appennino. Moto ondoso in aumento con mare sino a molto mosso sotto costa, localmente agitato al largo. Migliora dal fine settimana, con un campo di alta pressione che riporterà condizioni stabili su gran parte del nostro territorio regionale (con tutto quello che ne consegue anche a livello di smog e via dicendo).

Ulteriori aggiornamenti sempre disponibili su www.centrometeoemiliaromagna.com