Sabato 24 Ottobre10:30:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Revenge porn, manda foto osè della ex fidanzata al nuovo compagno: chiuse le indagini

Denunciato carabiniere in pensione per diffusione illecita di immagini sessualmente esplicite

Cronaca Rimini | 06:48 - 11 Dicembre 2019 Telefonino (foto di repertorio) Telefonino (foto di repertorio).

La Procura di Rimini ha notificato l'avviso di conclusione delle indagini al legale di un ex Carabiniere 55enne, indagato in relazione a un caso di "revenge porn". Secondo quanto denunciato da una 35enne romagnola, una foto in cui era ritratta completamente nuda è finita dal telefono dell'uomo a quello del nuovo compagno di lei. Ora la Procura deciderà se chiedere l'archiviazione delle accuse o il rinvio a giudizio dell'indagato, che a sua volta ha denunciato la 35enne per truffa. Secondo l'ex Carabiniere, che è rappresentato legamente dall'avvocato Maria Rivieccio, la donna frequentava nello stesso momento sia lui che l'altro uomo. Si è sentito raggirato e in denuncia ha dato conto dei tanti soldi spesi per lei, compresa un'automobile come costoso regalo. Egli avrebbe quindi inviato la foto non per vendetta, ma per svelare il comportamento ambiguo della donna, che li aveva ingannati e costretti a un triangolo amoroso. L'ex carabiniere rischia quindi il processo per violazione della nuova legge, la n.69, introdotta nell'ordinamento giuridico italiano il 19 luglio scorso e che mira a contrastare la diffusione illecita, in quanto priva del conenso della persona ritratta, di immagini private e sessualmente esplicite.