Marted́ 21 Gennaio16:09:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il campus di Rimini dell'università di Bologna si amplia con il recupero di palazzo Lettimi

Nel 2020 si parte dallo spostamento del dipartimento Qualità della Vita nell'edifico ex cup

Attualità Rimini | 16:18 - 10 Dicembre 2019 Palazzo Lettimi Palazzo Lettimi.

Tutto è pronto per avviare, nel 2020, la gara per l’affidamento del primo lotto dei lavori di recupero dell’edificio “Ex Cup” dove si trasferirà il dipartimento QUVI, attualmente in locazione a palazzo Ruffi. La notizia è stata confermata questa mattina (martedì 10 dicembre) direttamente dal Magnifico Rettore dell’Alma Mater, Francesco Ubertini, che nel corso della conferenza stampa tenuta questa mattina a Bologna, e dedicata allo stato di avanzamento delle opere previste dal piano edilizio 2016-2021, ha dedicato un approfondimento anche al Campus di Rimini.


Sede del dipartimento Qu.Vi all’ex Cup


A Rimini, dopo l’avvenuto completamento del distretto Leon Battista Alberti con la realizzazione dello spazio urbano che connette i due nuovi edifici destinati ad aule ed alle esigenze dipartimentali, nel 2020 prenderà dunque avvio la gara per l’affidamento del primo lotto dei lavori di recupero dell’edificio “Ex Cup” dove si trasferirà il dipartimento QUVI (Qualità della Vita), attualmente in locazione a palazzo Ruffi.


Nuovo polo di servizi  al Palazzo Lettimi


Passi in avanti anche per l’altro ambizioso progetto riminese, ovvero la realizzazione di un vero e proprio polo di servizi per studenti nell’area del palazzo Lettimi, anche in questo caso a seguito dell’erogazione della seconda tranche di cofinanziamento previsto dal IV bando ministeriale della legge 338/2000. Si tratta sostanzialmente dell’entrata nella fase di definizione del progetto, che rientra dunque tra quelli finanziati dal ministero, un complesso integrato di servizi che include oltre ai servizi per studenti anche la nuova biblioteca di Campus. Un intervento che consentirà di riempire di contenuti e di energie positive e giovani uno dei luoghi storici della nostra città, che da tempo aspetta di tornare a vivere. L’utilizzo universitario permetterà un restauro in linea con le aspettative e le caratteristiche dell’edificio che, aggiungendosi a quelli già realizzati, aumenta notevolmente il potenziale culturale e di incontro  del centro storico di Rimini.

“Due interventi – commenta l’Amministrazione comunale di Rimini – che aumenteranno ulteriormente la già elevata capacità attrattiva del Campus universitario di Rimini. Dopo il Leon Battista Alberti, saranno qualificate altre aree cittadine abbandonate o comunque in fase di riconversione come lo storico Palazzo Lettimi e “L’ex Cup”. Interventi in grado di elevare la qualità dei servizi e l’offerta culturale di tutta la città, a servizio sia degli studenti che della  città. Progetti in grado di rilanciare ulteriormente l’appeal di Rimini come  campus con il maggior appeal internazione dell’università di Bologna”.