Martedì 21 Gennaio16:26:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Judo, doppio hurrà per Morgana De Paoli: atleta dell'anno per il Coni Rimini e argento ai campionati Esordienti B

Ai campionati di Ostia Lido ha sfiorato un oro che sarebbe stato storico per la città di Riccione

Sport Riccione | 12:20 - 10 Dicembre 2019 Morgana De Paoli (a sinistra) sul podio Morgana De Paoli (a sinistra) sul podio.

Domenica 8 dicembre, al PalaPellicone di Ostia Lido, presso il Centro Federale della Fijlkam  (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali), si è disputato il Campionato Italiano Femminile Esordienti B (under 15). La Polisportiva Riccone si è presentata con la sua atleta di punta, Morgana De Paoli, categoria +70 kg, che alla fine della competizione si è messa al collo la medaglia d’argento.

La romagnola, accompagnata dai tecnici Giuseppe Longo e Badiane Ousmane è la testa di serie numero 1 su 21 atlete in categoria. Morgana è molto concentrata e dopo un ottimo riscaldamento affronta il primo incontro contro la siciliana Gloria Valenti, contro la quale vince in pochissimi secondi imponendosi per ippon (il KO del judo); di seguito si trova di fronte la lombarda Zanotti e anche in questo caso bastano pochi secondi per chiudere i conti, ma questa volta, dopo un primo attacco di lotta in piedi segue un immobilizzazione a terra, che decreta la seconda vittoria che vale l’accesso alla semifinale. Nel frattempo succede l’impensabile nella pool opposta alla riccionese. La bolognese Lucia Magli, seconda in ranking list e potenziale finalista contro la De Paoli, cede ai quarti contro una sconosciuta atleta calabrese. Cambia la prospettiva della gara e della potenziale finale, ma la romagnola prima deve riuscire a superare lo scoglio della seconda siciliana in gara, Cinzia Caponetto. La semifinale vede l’atleta della Polisportiva Riccione affermare la sua superiorità al primo attacco in soli sette secondi. Nel frattempo, l’altra pool vede avanzare Klaudia Cannataro del Kodokan Mangiarano Cosenza. La finale di Morgana De Paoli e della cosentina è l’ultimo incontro della giornata. L’attesa è lunga e lo stress di mantenere il primato dello scorso anno pesa fortemente sulla riccionese. Al via dell’arbitro Morgana inizia bene, gestisce l’avversaria con decisione e la mette subito in difficoltà. Dopo un minuto però succede l’imprevedibile, la riccionese abbassa la guardia per un istante, mentre la Cannataro sferra un attacco preciso e potente che sorprende la campionessa italiana in carica, che suo malgrado deve cedere il titolo, dopo aver dominato la categoria per tutto l’anno sportivo.

“Morgana ha dominato la gara con la maturità di un’atleta di altissimo livello. Purtroppo ha avuto una sola sbavatura, un solo attimo di distrazione che le è costato un altro storico oro per la nostra città e provincia - commenta mestamente il tecnico della Polisportiva, Giuseppe Longo -. Non scordiamo, però, che un argento ad un Campionato Italiano federale è sempre un risultato eccezionale e che Morgana con questo risultato è la migliore atleta di sempre della provincia di Rimini. Inoltre, la nostra atleta è ancora giovanissima e siamo convinti che questa sconfitta sarà il trampolino per ricominciare la prossima stagione ai massimi livelli, cercando di conquistare la cintura nera al suo primo Campionato Italiano Cadetto (under 18) e magari puntare alla partecipazione in competizioni di livello internazionale”.

Ad allietare ulteriormente la sezione judo della Polisportiva Riccione e la giovanissima Morgana De Paoli, lunedì 9 dicembre è arrivato, a sorpresa, il riconoscimento del Coni di Rimini che ha premiato quale “Atleta dell’anno 2019” la giovane campionessa riccionese per aver conquistato il titolo di campionessa italiana nella scorsa stagione.