Venerd́ 24 Gennaio08:36:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, anziane maltrattate a Villa Franca: tre condanne e un'assoluzione

Risarcimento devoluto all’associazione Rompi il Silenzio che combatte la violenza contro le donne

Attualità Rimini | 17:43 - 09 Dicembre 2019 Tribunale di Rimini Tribunale di Rimini.

Tre condanne per maltrattamento di incapace e risarcimenti provvisionali alle parti civili per oltre 42mila euro. E' l'esito della sentenza di primo grado del giudice Vinicio Cantarini, emessa in Tribunale a Rimini, a carico di tre operatrici Oss della casa di cura privata 'Villa Franca' (di Rimini), diventata un lager per cinque anziane affette da demenza senile (QUI la notizia). Il giudice, per quei fatti, aveva accolto la costituzione di parte civile avanzata dall’avvocato Maurizio Ghinelli su richiesta del sindacato dei pensionati Spi Cgil di Rimini. 


Al sindacato era stata riconosciuta l’azione rivendicativa e negoziale diretta a tutelare le persone anziane sia in campo pensionistico e previdenziale che in quello sanitario e assistenziale, in quello dei servizi sociali e dell’abitare e in tutto ciò che può migliorare la vita dei pensionati e delle persone anziane (art. 2 dello Statuto Spi Cgil). 
Al processo era presente Meris Soldati Segr. generale Spi Cgil Rimini.


IL PROCESSO
Il processo, che si è svolto con rito abbreviato, si è concluso con 3 condanne, un’assoluzione e con il riconoscimento alla parte civile di un risarcimento che lo Spi Cgil devolverà all’associazione Rompi il Silenzio che combatte la violenza contro le donne. 
Ventimila euro di provvisionale, dei 42mila totali, è stata stabilita dal giudice per una delle donne, la più vessata delle cinque, affetta da demenza senile, imbottita di tranquillanti, picchiata e per punizione costretta a rimanere d'estate per ore al sole. Novecento euro, oltre a 1.800 di spese, sono stati invece accordati all'associazione pensionati della Cgil, che devolverà all’associazione Rompi il Silenzio che combatte la violenza contro le donne.