Sabato 11 Luglio02:53:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sviluppo delle aree interne "fragili": una conferenza sul tema a San Leo

E' uno degli obiettivi del progetto a cui partecipa San Leo "Made In-Land", finanziato da fondi europei

Attualità San Leo | 12:32 - 07 Dicembre 2019 Panoramica notturna di San Leo Panoramica notturna di San Leo.

Il Comune di San Leo, in qualità di project partner, nell’ambito del Programma Interreg Italia – Croazia 2014/2020 insieme ad altri otto  partner italiani e croati, è beneficiario di fondi UE per la valorizzazione del capitale naturale e culturale delle aree interne. È quindi destinatario di un’importante assegnazione che sarà investita per valorizzare e promuovere le sue risorse storiche e culturali, in un’ottica di opportunità per l’intera Valmarecchia e il Montefeltro.

Il progetto "Made In-Land" mira a migliorare la protezione e la valorizzazione del capitale naturale e culturale non sfruttato delle aree interne attraverso lo sviluppo del turismo e una migliore accessibilità. Il valore totale del progetto è di 2 milioni e 218mila euro, l'85% finanziati da fondi Ue. L'implementazione del progetto è iniziata il 1 gennaio 2019, durerà 30 mesi, fino al 30 giugno 2021 e copre il territorio di due  paesi.

Il partner principale del progetto è la Regione Marche (Italia), mentre altri partner sono Università di Camerino (Italia),  Comune di San Leo (Italia), Comune di Riccia ( Italia), Molise verso il 2000 (Italia), Università di Zara (Croazia), Agenzia di sviluppo della contea di Zara Zadra Nova (Croazia), Autorità per la gestione dei parchi e biodiversità - Romagna (Italia) e Agenzia per lo sviluppo rurale dell'Istria ltd. Pazin (Croazia).

"Made In-Land" mira a creare una nuova strategia transfrontaliera che scateni il potenziale delle risorse interne attraverso la loro inclusione in reti e mercati più ampi. La cooperazione con le aree costiere, considerate come destinazioni di turismo di massa, attraverso i mezzi comuni e innovativi di gestione integrata, marketing e promozione, offre tali opportunità alle aree interne e alle regioni del progetto nel loro insieme. L'obiettivo viene raggiunto attraverso il sostegno e il miglioramento dell' accessibilità del patrimonio culturale e naturale delle zone interne; mediante la salvaguardia delle comunità locali; attraverso lo sviluppo di modelli innovativi per la gestione delle aree interne, considerate fragili. "Strategie e politiche per lo sviluppo delle aree interne" è appunto il titolo della conferenza promossa dal Comune di San Leo dalle 9.30 alle 13 di martedì 10 dicembre, al palazzo Mediceo. Moderatore sarà il noto giornalista Patrizio Roversi.


Il programma


Saluto delle Autorità

Introduzione - Francesca Mascella Assessore del Comune di San Leo

I Sessione Dalle ore 9.45 alle 11.00
Il progetto Made in Land e le opportunità per il territorio - Massimo Sargolini, Università di Camerino
Costa e entroterra nella esperienza della Provincia di Rimini - Riziero Santi, Presidente Provincia di Rimini
Dalle aree interne al GAL - Marcello Fattori, Sindaco di Maiolo
Il programma delle aree interne per la sanità e per i servizi socio assistenziali - Stefano Zanchini, Sindaco di Novafeltria e Presidente Unione dei Comuni Valmarecchia
Le risorse culturali come fattore di connessione fra costa e entroterra - Giampiero Piscaglia, Assessore Cultura del Comune di Rimini

Ore 11.00 Pausa - Coffee Break

II Sessione: tavola Rotonda - Dalle ore 11.15 alle 13.00

Luca Lo Bianco – Direttore scientifico Fondazione Montagne Italia
Riccardo Santolini – Ricercatore presso l’Università di Urbino
Emma Petitti – Assessore al bilancio, riordino istituzionale e pari opportunità della Regione Emilia - Romagna
Carla Cosentino – Dirigente presso Ministero dello Sviluppo Economico

Conclusioni - Francesca Mascella          

Ore 13.00 Lunch Buffet