Marted́ 11 Agosto23:59:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: nuova scuola Ferrari, approvato progetto preliminare

A inizio 2020 la gara per l’assegnazione dei lavori, una struttura green e con spazi flessibili

Attualità Rimini | 13:09 - 06 Dicembre 2019 Scuola Ferrari Scuola Ferrari.

Una scuola efficiente dal punto di vista energetico e moderna anche per concezione degli spazi e per la sua polifunzionalità. Prosegue il percorso amministrativo che porterà alla realizzazione della nuova scuola Ferrari, il polo educativo di via Gambalunga al centro di un importante intervento che comprende la ricostruzione completa dell’attuale struttura. Nell’ultima seduta infatti la Giunta ha dato il via libera al progetto di fattibilità tecnica ed economica per la realizzazione della scuola, che consentirà a gennaio di procedere con l’approvazione del progetto definitivo e a seguire con l’avvio della gara per l’affidamento dei lavori.
La nuova scuola, dal valore complessivo di 4,9 milioni di cui 900 mila euro finanziati dal Ministero dell’Istruzione, prevede infatti il rifacimento totale della scuola, che sarà ricostruita sulla stessa area e con gli stessi volumi di quella esistente nel rispetto del Rue vigente, ma con una dotazione tecnologica, strutturale, energetica moderna e scelte architettoniche e didattiche innovative.
L’edificio ad oggi ospita due cicli della scuola Primaria, di cui uno a tempo pieno, e due sezioni della Scuola per l’Infanzia “Via Gambalunga”, entrambi facenti parti dell’Istituto Comprensivo del Centro Storico di Rimini. Il progetto prevede la demolizione totale dell’edificio attuale e successiva costruzione di un nuovo edificio in grado di rispondere alle esigenze di un polo scolastico di 180 bambini e che comprenderà, oltre parti comuni come  mensa e palestra, anche un Civic Center, aule e laboratori che, come già avviene oggi, potranno essere utilizzate da associazioni culturali e cittadine.
I criteri progettuali superano il concetto di organizzazione didattica basata sul modello della lezione frontale e propongono spazi modulari, facilmente configurabili e in grado di rispondere a contesti educativi diversi, ambienti flessibili e funzionali ai diversi sistemi di insegnamento e apprendimento, con spazi individuali, informali e di relax. Anche gli spazi saranno definiti in relazione con l’edificio, nell’ottica di favorire la vivibilità e la partecipazione della scuola anche alla comunità e al territorio.
Il nuovo edificio sarà realizzato con tecniche costruttive, soluzioni impiantistiche e materiali performanti sotto ogni profilo (strutturale, sismico, prevenzione incendi, energetica, barriere architettoniche, comfort abitativo, benessere, fruibilità e funzionalità, sensoriali e psicologico-cognitive, ecc..), per ottenere un complesso edilizio a risparmio energetico e a ridotto impatto ambientale. Anche dal punto di vista impiantistico, la nuova struttura potrà contare su dotazioni performanti dal punto di vista energetico, di sicurezza e di comfort abitativo, con l’obiettivo di realizzare un complesso edilizio a risparmio energetico e a ridotto impatto ambientale.