Sabato 07 Dicembre12:25:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tre giorni di sport e convegni per insegnare che lo sport è di tutti e per tutti

Venerdì un convegno agli atti di Rimini su inclusività e educazione dello sport

Eventi Rimini | 18:10 - 04 Dicembre 2019 Tre giorni di sport e convegni per insegnare che lo sport è di tutti e per tutti

Dal 6 al 8 dicembre a Rimini e Cattolica tre giorni di sport, seminari, corsi di formazione e convegni per aiutare a capire che lo sport è di tutti e deve essere per tutti e che serve unione per far passare il messaggio.

L’obiettivo è lanciare un vero e proprio movimento nazionale dello sport inclusivo, nel significato più profondo del termine. Lo spiega meglio Ruggiero Russo: «La diversità che troppo spesso semina timori e preoccupazioni è il vero cuore della ricchezza. 
La diversità di abilità, di etnie, di genere, di pensiero, qualsiasi diversità crea comunità più ricche di umanità. Lo sport può aiutarci a superare le barriere dell’indifferenza e gli stereotipi della normalità perché, se guardiamo attentamente la realtà, scopriamo insieme che normale è solamente l’unicità di ciascun uomo. Unico e diverso sono fondamentalmente sinonimi, alimentano la ricchezza interiore degli individui e la vita delle nostre comunità.

Il programma ridotto


Tra i momenti clou della tre giorni c’è sicuramente il convegno: "Lo sport si domanda: sono educativo? Sono inclusivo? Sono per tutti?" che si svolgerà venerdì 6 dicembre, alle 20.30, al Teatro degli Attii di Rimini.

Il sabato a Cattolica e Rimini saranno organizzate attività multisportive per le scuole al mattino e per società sportive, associazioni, famiglie, la cittadinanza tutta al pomeriggio L’evento si concluderà domenica mattina con la CamminAbile ritrovo ore 9.30 sotto l'Arco di Augusto e la Santa messa celebrata alle 12 presso la parrocchia dei Salesiani Maria Ausiliatrice.

Per info contattare 348 6423573. Il programma completo è al presente link.

L'evento è organizzato da PGS nazionale (Polisportive Giovanili Salesiane) in collaborazione con Sportinmente asd, con il patrocinio dei due Comuni e il contributo della Regione Emilia-Romagna e della Vodafone Oso.