Luned́ 09 Dicembre08:21:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

In partenza cinque nuovi progetti di cultura alimentare nelle scuole di Rimini

Il miglior regalo ai 15 anni di mense biologiche arriva dal ministero delle politiche agricole

Attualità Rimini | 13:39 - 04 Dicembre 2019 In partenza cinque nuovi progetti di cultura alimentare nelle scuole di Rimini

Sono 15 anni che nelle mense scolastiche del Riminese si servono pasti biologici, un'attenzione alla salute e all'alimentazione di bambini e ragazzi che è stata premiata dal ministero delle politiche agricole con un bel finanziamento dedicato. L'impegno non riguarda soltanto le scuole comunali ma anche quelle statali, e permette di abbracciare la totalità delle materie prime utilizzate per confezionare i pasti.

Il programma di interventi
“Mamma che fame” che il titolo del progetto approvato dalla giunta che promuove il consumo di prodotti biologici attraverso “Adolescenti e genitori – l’età delle opportunità”, progetto che sarà realizzato quest'anno scolastico in collaborazione con il Centro per le famiglie.
 
"A cena con b(r)io" è invece il percorso che occuperà gli studenti dell’istituto alberghiero Malatesta per promuovere show cooking e assaggio, utilizzando esclusivamente prodotti biologici. L’iniziativa si svolgerà in un pomeriggio/prima serata nel mese di gennaio 2020 e consisterà nella realizzazione, da parte degli studenti dell’Istituto, di piatti da offrire all’assaggio degli invitati, di show cooking con preparazioni  in sala e nella veicolazione di messaggi promozionali attinenti. Saranno invitati gli  alunni delle scuole primarie della zona.
 
"Frutta a metà mattina" invece vuole promuovere abitudini alimentari sane tra i bambini delle elementari incentivando il consumo di frutta fresca e di stagione rigorosamente biologica al posto di merendine, il miglioramento dell’equilibrio alimentare degli alunni nel corso della giornata e la riduzione degli sprechi alimentari.

Si terranno inoltre laboratori di food storytelling per scuole secondarie di primo grado, attraverso cui promuovere la conoscenza dei metodi, della struttura e dei presupposti della comunicazione pubblicitaria che utilizza il canale video, al fine di contrastare l’approccio passivo ai messaggi video e sensibilizzare i ragazzi ad una visione consapevole e  critica dei messaggi pubblicitari.

Il corso porrà le basi di competenze per realizzare messaggi promozionali in grado di veicolare i contenuti positivi dei prodotti derivanti dall’agricoltura biologica.
 
Dopo circa 15 anni dall’introduzione degli alimenti biologici nella mensa scolastica è opportuno cogliere l’occasione del finanziamento del Ministero delle Politiche Agricole per verificare, seguendo una metodologia scientifica, gli impatti della scelta politica e le potenzialità in termini di riflessi positivi sul benessere delle famiglie e sull’ambiente. la stipula di un accordo con l’Università degli Studi di Bologna -Dipartimento di Sociologia e Diritto dell’Economia permetterà la realizzazione di una ricerca specifica sul tema per il Comune di Rimini. L’altro tema è quello di ottenere informazione per comprendere quali fattori influenzano le scelte alimentari  dei bambini di età 6-11 anni (cioè, verosimilmente, delle loro famiglie) sul territorio riminese. La metodologia di ricerca prevede il coinvolgimento degli attori significativi del sistema quali insegnanti, allenatori sportivi, genitori, esperti Ausl, esperti non profit. Tale coinvolgimento produce anche l’effetto secondario di sensibilizzare la comunità sul tema e quindi svolge anche una funzione promozionale sul consumo degli alimenti biologici.