Domenica 08 Dicembre03:55:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Per le festività e fino al 30 gennaio musica nei locali di Riccione fino all'ora di chiusura

E' prevista la deroga specificatamente per la musica di sottofondo: l'annuncio dell'assessore Raffaelli

Attualità Riccione | 12:57 - 03 Dicembre 2019 Viale Ceccarini addobbato per il Natale (foto di repertorio) Viale Ceccarini addobbato per il Natale (foto di repertorio).

Il Comune di Riccione dà il via libera alla deroga fino al 30 gennaio sul regolamento che disciplina le attività musicali nei pubblici esercizi, in hotel e residence. La deroga prevede la possibilità di suonare musica fino all'una di notte e mantenere quella di sottofondo fino all'orario di chiusura. Rispetto all'ipotesi iniziale, la deroga è stata prolungata dal 19 gennaio (in concomitanza con il "Fuori Sigep") al 30 gennaio. "Per i pubblici esercizi, e aggiungo per la città tutta, il lungo periodo natalizio denso di tante opportunità di svago e divertimento, sarà l’occasione di partecipare attivamente, assieme al Comune, per presentare Riccione ai visitatori e turisti nella sue veste migliore”, spiega l’assessore alle attività economiche Elena Raffaelli a seguito delle diposizioni temporanee approvate nella seduta di lunedì dalla Giunta Comunale.
 
La Giunta ha inoltre deliberato, sempre fino al 30 gennaio 2019 e in occasione del Villaggio di Natale e del Sigep - Salone Internazionale di Gelateria, Pasticceria e Panificazione Artigianale in programma alla fiera di Rimini, di derogare l’apertura delle attività stagionali di pubblico esercizio, quali bar e ristoranti, presenti su tutto il territorio comunale.
 

“ In questo modo - chiosa l'assessore Raffaelli - accogliamo le sollecitazioni arrivate dagli operatori del settore, nella logica di rendere la città sempre più appetibile e accogliente con l’opportunità, per chi lo desideri, di aprire bar e ristoranti in un lungo periodo da qui a fine gennaio. Come ho avuto modo di ribadire in altre occasioni il fine ultimo è di dare strumenti e mezzi per mantenere la città sempre più competitiva e rispondente alle necessità sia degli operatori economici che dei visitatori che scelgono la nostra città”.