Sabato 07 Dicembre12:56:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, Tre Fiori e Folgore approdano al Q1

La prima ha battuto la Juvens Dogana; la seconda ha pareggiato col Faetano

Sport Repubblica San Marino | 21:52 - 01 Dicembre 2019 Giocatore del Faetano (foto di repertorio) Giocatore del Faetano (foto di repertorio).


Si è chiusa domenica, con i posticipi della settima giornata, la Prima Fase di regular season di Campionato Sammarinese 2019-20 utile a determinare la ripartizione delle 15 squadre al via nei due raggruppamenti della Seconda Fase nei quali i club concorreranno per gli otto posti valevoli per i play-off. Dal Q1 e dal Q2, con calendario di sfida di andata e ritorno, emergeranno rispettivamente le sei e due squadre che andranno a comporre il tabellone finale.

Nel Girone A, dove erano ancora aperti i giochi per due posti nel Q1, è indolore il pareggio della Folgore con il Faetano. Gli uomini di Lepri infatti hanno chiuso a pari punti col Pennarossa - in grado di superare di slancio l’ostacolo Domagnano -, ma si qualificano tra le migliori otto grazie al successo nello scontro diretto (4-1). Succede tutto nel primo tempo a Montecchio, dove Badalassi apre le marcature al 9’ e Michele Pieri impatta poco dopo la mezz’ora. La prima grana per Renato Cioffi, chiamato a sostituire l’esonerato Massimo Gori alla guida del Faetano e in attesa di fare il suo debutto in panchina, è rappresentata dalla sostituzione forzata del bomber romagnolo - fuori prima dell’intervallo -.

Risulta dunque inutile la vittoria del Pennarossa, anche alla luce del fatto che il Tre Fiori ha vinto la propria partita con la Juvenes-Dogana. Il club di Serravalle, che ha affidato il progetto tecnico a Damato, chiude così la propria Prima Fase con sette sconfitte in altrettante uscite - esattamente come i cugini del Cosmos, che però di incontri ne hanno giocati sei -. A dispetto del 4-0 finale in favore dei supercampioni di San Marino, il confronto è stato in equilibrio fino all’80’. Prima infatti solo il gol di Apezteguia, arrivato in coda al primo tempo. Il Tre Fiori ha dovuto attendere fin quasi alla fine della ripresa per trovare i gol della sicurezza, arrivati abbondanti e in serie grazie a Gjurchinoski, Andrea Compagno e Dolcini. Va detto della partenza ad handicap della Juvenes-Dogana, in dieci dal 10’ per il rosso diretto comminato a Dieng.

Un pareggio sarebbe risultato fatale ai ragazzi di Cecchetti, in quanto si sarebbe configurato un arrivo a tre con Folgore e Pennarossa che avrebbe escluso proprio i gialloblu. Non hanno rimpianti gli uomini di Abbondanza che dopo un primo tempo chiuso sul minimo vantaggio grazie a Stefanelli, hanno liquidato il Domagnano con l’uno-due firmato a quattro mani da Daniele Conti e Nicola Ciacci. Per i Lupi il gol della bandiera è ad opera di Semprini, mentre in casa Pennarossa c’è da rilevare nel finale l’infortunio alla caviglia per Daniele Conti, sostituito dal fratello Alessandro e trasportato in ospedale per accertamenti.

A pesare nella graduatoria del Girone A è dunque lo scontro diretto favorevole alla Folgore nei confronti del Pennarossa: al Q1 con i club di Fiorentino e Falciano ci vanno anche La Fiorita e Murata, che avevano precedentemente staccato il pass per la fase successiva. Nel confronto diretto di quest’oggi c’era in palio solo il primato nel raggruppamento, che non genera beneficio alcuno sul proseguo della stagione: a determinare l’esito dell’incontro è Marco Gasperoni, che segna l’unico gol della partita contro un Murata in inferiorità numerica per l’espulsione di Baschetti durante il recupero del primo tempo.