Martedý 10 Dicembre17:57:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket C Silver, senza Foiera il Bellaria tiene testa alla capolista Argenta fino alla fine

Ad inizio quarto parziale gli ospiti allungano sul 63-69, la reazione dei padroni di casa è veemente

Sport Rimini | 08:43 - 01 Dicembre 2019 Una fase di gioco ad Argenta Una fase di gioco ad Argenta.

Per 34 minuti il Bellaria accarezza il grande sogno di espugnare il parquet della capolista Argenta, poi deve piegarsi alla forza dell’avversario: 85 – 77 il finale. La matricola emiliana ha sfruttato una maggiore freschezza e rotazioni più lunghe (cinque giocatori in doppia cifra) mentre la squadra di Maghelli, senza Foiera infortunato per i postumi di una botta subita nel derby e con Giovanardi – il migliore dei suoi assieme a Cruz (4 bombe) – uscito per falli al 37’ sul 75-72, ha smarrito la via del canestro nell’ultimo quarto (22-13) pagando errori ai liberi e qualche palla persa di troppo. Pur nella sconfitta, il Bellaria – senza il suo totem - ha saputo tenere testa al forte avversario dimostrandosi squadra di valore.
LA PARTITA Nel primo quarto il Bellaria sbanda (15-5), poi reagisce con un break di 7-0 con Ferrari sugli scudi soprattutto in fase difensiva e Brighi a lungo in panchina. Si chiude sul 19-15. Giovanardi in grande spolvero (11 punti all’intervallo): firma il + 5 del secondo periodo (20-25) mentre gli ospiti realizzano solo un libero (break di 1-10). Nel frattempo rientra Brighi, Quaiotto, Montaguti e Demartini ricuciono (28-27) e per Bellaria è tutto da rifare. Rossi, Cruz con due bombe e Brighi riportano avanti Bellaria (32-38) poi Magnani con 5 punti fa rimettere il naso in avanti ad Argenta all’intervallo (39-38).
La partita viaggia sul filo dell’equilibrio. Giovanardi commette il quarto fallo, ma il sostituto Berardi – classe 2003 – lotta come un leone sotto i tabelloni e un suo libero regala il +4 (56-60) al 27’; poco dopo Brighi realizza il canestro del 58-63. Argenta non molla, Magnani dalla lunetta è un implacabile (63-64).
Si entra nell’ultima frazione. Cruz, mano calda dall’arco, firma il 63-69, però i padroni di casa con Martini, una bomba di Malagolini e in mezzo un antisportivo di Gori, piazzano un break di 10-0 per il 73-69. Brighi tiene i suoi incollati all’avversario, Giovanardi esce per il quinto fallo, e con due liberi di Martini si va sul 77-72. Il palas diventa una bolgia. Una bomba di Demartini dà la spallata decisiva al match (80-72) su cui cala il sipario.

Il tabellino                
Cestistica Argenta – Bellaria Basket 85 – 77


CESTISTICA ARGENTA: Magnani 11, Alberti Davide 5, Demartini 17, Alberti Alessandro, Zanirato, Quaiotto 16, Montaguti 14, Malagolini 11, Nicoletti 2, Martini 9. Ne. Bonora, Federici. All.Bacchilega.
BELLARIA: Berardi 4, Ferrari 7, Mazzotti 7, Cruz 12,  Gori, Rossi 17, Gioovanardi 13, Brighi 17. Ne. Giorgini, Santoro, Jose. All. Maghelli.
ARBITRI: Montalbetti di Bologna e Ronda di Fiorenzuola.
NOTE: usciti per 5 falli: Giovanardi. Tecnico: Mazzotti, Quaiotto. Antisportivo: Gori