Sabato 14 Dicembre02:54:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Volley A2 femminile: arriva Green Warriors Sassuolo, l'Omag vuole consolidare il primato

Prima giornata di ritono (domenica ore 17), la squadra di Saja corre verso la poule promozione

Sport San Giovanni in Marignano | 14:15 - 30 Novembre 2019 Il coach dell'Omag Stefano Saja Il coach dell'Omag Stefano Saja.


La OMAG Consolini Volley dopo il colpaccio di Olbia (nove vittorie in nove partite) torna tra le mura amiche. Domenica alle ore 17 affronta la Green Warriors di Sassuolo.
“C’è tanta soddisfazione per una prima fase completata nel migliore dei modi, - esordisce Stefano Saja-. Il campionato sarà ancora lungo e iniziare bene la seconda fase ci sarà di grande aiuto per il prosieguo della stagione. Avere la tranquillità di poter gestire un distacco abbastanza ampio sulla quinta in classifica nel nostro girone, ossia sull’ultima posizione utile per accedere alla poule promozione, ci dà la possibilità di programmare il lavoro e di continuare ad allenarci in palestra per accrescere il nostro livello con serenità e senza grandi pressioni. Soddisfazioni che sono merito delle giocatrici, dello staff tecnico e di una società che ci permette di lavorare al meglio ogni giorno”.
Saja, ha a disposizione una squadra giovane che ha portato a casa risultati importanti, in trasferte anche difficili. Stai sfruttando parecchio la panchina che ti sta dando parecchie soddisfazioni …
“Certo, io mi auguro che le dia a me ma che le dia a tutti quanti. Sono molto contento di tutte le ragazze che ho a disposizione. Tutte le atlete si allenano costantemente in palestra, sia quelle che la domenica giocano un po’ di più sia quelle che vengono utilizzate un po’ meno. Importante è il livello di allenamento che riusciamo a mettere in campo ogni giorno, ed è dovuto all’impegno e alla qualità di tutte e 13 le giocatrici che compongono la rosa. Questo è un campionato molto difficile. Le trasferte e le partite in casa non sono state tutte semplici. Il livello quest’anno è molto molto vicino tra tutte le squadre e noi siamo stati bravi e fortunati a riuscire ad avvantaggiarci in questa fase di campionato”.
Domenica affronterete Sassuolo nella prima giornata del girone di ritorno...
“Ancora non è matematica la nostra partecipazione alla poule promozione. Abbiamo fatto un buon lavoro finora, speriamo di continuare e quindi di approdarci (che era il nostro obiettivo primario in questa stagione). Ora il Sassuolo, che mi aspettavo un po’ più in alto in classifica in questo momento, perché la qualità delle sue giocatrici è veramente alta. Hanno avuto qualche problema di infortunio e hanno subito una piccola flessione nella parte centrale del girone di andata. Però è una squadra che dispone di una palleggiatrice di indiscusso valore, che arriva da tanti anni di serie A1, e delle giocatrici molto giovani e talentuose come Cvetnic, già al terzo anno sui parquet della nostra serie A2. E poi c’è Malual, una giovane promessa della pallavolo italiana. Fisicamente è un atleta fuori categoria. Considerando ciò, Sassuolo è una squadra da prendere assolutamente con le molle, da studiare e da affrontare a viso aperto, tenendo il piede ben schiacciato sull’acceleratore”.
Le squadre dell'altro girone?
“Sono quelle che avevamo già identificato ad inizio stagione. Trento è dichiaratamente, per sua stessa ammissione, una società che vuole fare il salto di categoria e, di conseguenza, ha approntato una squadra assolutamente in grado di poter fare un campionato di vertice come sta facendo. Ha fatto un solo passo falso a Busto che comunque è una squadra molto giovane con un alto tasso tecnico che non brilla per continuità. Trento sicuramente sarà la squadra da battere. Sta facendo molto bene anche Ravenna che miscela nel proprio roster giocatrici esperte della categoria  (Manfredini, Morolli, Bacchi e Guid) e giocatrici giovani di grande prospettiva (Piva su tutte). Il loro è un percorso in grande crescita e credo potranno fare molto bene. Mondovi è una squadra che da qualche anno offre ai suoi tifosi una rosa molto competitiva; conosciamo benissimo Elisa Zanette. Quest’anno la squadra è stata arricchita con una giocatrice argentina molto forte. Poi hanno ingaggiato Tanase, forse è uno dei migliori posti quattro italiani in A2 in questo momento e una palleggiatrice molto giovane che arriva dal Club Italia che è Scola. Hanno un altissimo tasso tecnico, dimostrato fino alla scorsa giornata in cui hanno perso con Trento ma è una partita che se dovessero rigiocare 10 volte secondo me finirebbe 10 volte al tie-break.”