Mercoledė 11 Dicembre20:18:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, ancora tre pass per il Q1 nell’ultima della Prima Fase

Nel girone A solo un posto disponibile, nel B due. Che cosa succede in caso di arrivo a 12 punti a più squadre

Sport Repubblica San Marino | 18:28 - 29 Novembre 2019 Luigi Bizzotto, allenatore della Virtus Luigi Bizzotto, allenatore della Virtus.


Si chiude questo fine settimana la Prima Fase di regular season di Campionato Sammarinese 2019-20: nei due gironi, nei quali le formazioni sorteggiate hanno disputato incontri di sola andata all’interno degli stessi, i giochi sono tutt’altro che fatti. Quattro squadre per raggruppamento staccheranno il biglietto per il Q1, le restanti sette saranno invece destinate al Q2: nella Seconda Fase che sarà così sviluppata, i club giocheranno sfide di andata e ritorno che determineranno chi prenderà parte ai play-off. Nella post season resteranno in otto, sei delle quali provenienti dal Q1.


Risulta così evidente come sia decisamente importante non lasciarsi sfuggire l’ultimo treno, benché i campioni in carica del Tre Penne l’anno scorso siano arrivati al titolo passando dal Q2 e da una serie di scontri diretti dove l’eventuale pareggio sui 180’ ne avrebbe decretato l’eliminazione.

Rischio che gli uomini di Ceci non intendono assumersi quest’anno, avendo già ottenuto il lasciapassare per il Q1, insieme a Libertas e Cailungo. Nel Girone B - quello degli scudettati - resta dunque un unico slot ancora disponibile e, visto il turno di riposo che attende la Libertas, sarà una questione tra Virtus e Fiorentino. A partire in posizione di favore sono i ragazzi di Bizzotto, avanti di tre lunghezze in classifica e attesi dallo scontro diretto con i rossoblu: un pareggio sarebbe più che sufficiente per la Virtus, mentre una vittoria del Fiorentino spedirebbe al Q1 quelli di Campo. C’è però da considerare la posizione del San Giovanni, che potenzialmente potrebbe configurare un arrivo a tre al quarto posto: i ragazzi di Baffoni sono però aritmeticamente tagliati fuori per via della differenza reti negli scontri diretti (-1) con Virtus (+2) e Fiorentino (-1 alla vigilia). Qualora dovessero però battere il Cosmos, al Fiorentino servirebbe una vittoria con almeno due gol di scarto per superare il turno, in caso contrario anche un successo di misura sarebbe sufficiente a Molinari e compagni per fare le scarpe alla Virtus proprio al fotofinish.

Senza effetti sulla classifica il secondo confronto in quattro giorni tra Cailungo e Tre Penne: i rossoverdi vorranno riscattare il pokerissimo incassato nell’infrasettimanale di Coppa Titano, mentre per i detentori del titolo è un’occasione per oliare i meccanismi tecnico-tattici e magari far rifiatare qualche elemento.

Due posti sono ancora in palio nel Girone A, dove La Fiorita e Murata - le uniche certe fin d’ora di partecipare al Q1 - si incroceranno per determinare la capolista di questo scorcio di stagione, benché la vetta non comporti vantaggio alcuno. Completamente diverso il discorso per gli altri tre scontri incroci domenicali: Folgore, Tre Fiori e Pennarossa si giocano le proprie possibilità di qualificazione ed una di queste sarà costretta a passare dal Q2. Curiosamente non ci saranno scontri diretti, così che i club di Falciano e Fiorentino saranno padroni del proprio destino: in caso di successi rispettivamente su Faetano e Juvenes-Dogana (Giampiero Ciriaco è il nuovo vice al fianco di Ignazio Damato), le squadre di Lepri e Cecchetti approderebbero direttamente al Q1, senza doversi curare dell’esito della sfida del Federico Crescentini tra Pennarossa e Domagnano. Va da sé che i ragazzi di Abbondanza non hanno alternativa al successo per sperare di qualificarsi al principale dei due raggruppamenti che caratterizzeranno la Seconda Fase di regular season.

Non è da escludersi una coabitazione a quota 12 punti al termine degli ultimi 90’, situazione per la quale si configurerebbe questo scenario:
  • In caso di parità di punti tra Folgore e Pennarossa, sarebbe la Folgore a qualificarsi al Q1 in virtù della vittoria nello scontro diretto (4-1);
  • In caso di parità di punti tra Tre Fiori e Pennarossa, sarebbe il Pennarossa a qualificarsi al Q1 in virtù della vittoria nello scontro diretto (2-0);
  • In caso di arrivo a pari punti tra Folgore, Tre Fiori e Pennarossa la Folgore sarebbe qualificata al Q1 in virtù della miglior differenza reti negli scontri diretti (+2) rispetto alle concorrenti che si trovano nella medesima condizione (-1). Per determinare chi insieme al club di Falciano supererebbe allora il turno si dovrà attivare il punto c) dell’art. 70 del Regolamento: “maggior numero di reti segnate” - da intendersi negli scontri diretti. In questo caso partirebbe avanti il Pennarossa (3) rispetto al Tre Fiori (1).