Domenica 08 Dicembre04:50:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Costantino lancia ‘Borderline (parte 2)’: un singolo è con i ragazzi di San Patrignano

‘Chiudo il cerchio di un progetto pensato, desiderato, condiviso con tante persone’

Attualità Rimini | 11:35 - 29 Novembre 2019 Costantino con i ragazzi di San Patrignano Costantino con i ragazzi di San Patrignano.

Borderline (Parte 2) è il prosieguo della prima parte dell’EP presentato pochi mesi fa da Costantino. L’artista riminese  continua a sperimentare generi e sonorità diverse tra loro per sottolineare una poliedricità a tutto tondo ed il coraggio di esprimere più sfaccettature del proprio essere. L’inverno porta con sé un’introspezione più forte, arrivando a toccare temi profondi e non scontati tra i giovani ragazzi di oggi. I testi dei brani proposti arricchiscono con cura attimi di vita da ricordare: “Indaco” sarà il singolo di lancio di questa nuova produzione, condivisa con grande emozione con i ragazzi della Comunità di San Patrignano: i SanPa Singers.


“Il 30 novembre 2019 segna per me un momento davvero importante –  afferma Costantino - con Borderline 2 inauguro, e allo stesso tempo chiudo il cerchio di un progetto pensato, desiderato, condiviso con tante persone che mi stanno vicino; c’è chi è al mio fianco da sempre. chi da poco tempo, ma tutti i giorni ho aggiunto insieme a loro un tassello al mio sogno artistico. Musicisti, autori, ballerini, semplici amanti della musica, hanno per sempre cambiato la mia visione da artista. A questa breve lista vorrei aggiungere un dettaglio importante: ho avuto la possibilità di conoscere ed interfacciarmi con tanti miei coetanei che per distrazione o per mancanza di amore hanno davvero toccato il fondo per poi scegliere di riprovarci, di darsi una seconda chance, di credere nella rinascita e dare importanza alle piccole ma grandi cose della vita. Sto parlando dei ragazzi della Comunità di San Patrignano che hanno compartecipato ad “Indaco” che per me non rappresenta solamente una canzone, ma la possibilità che ho avuto di guardare dentro di me, dentro ai ricordi più genuini, probabilmente quelli vissuti da bambino dove il problema più grave era se giocare coi Lego o coi Playmobil o se mangiare una Fetta al Latte oppure un Pinguì. In questi mesi passati con i ragazzi di SanPa, ho avuto ulteriori stimoli nell’affrontare questa avventura musicale che influenza la mia vita da un anno a questa parte in maniera pubblica. Ho il cuore talmente gonfio di gioia e carico di positività che non posso fare altro che augurarvi un buon ascolto e volendo un feedback sul progetto”.