Domenica 08 Dicembre04:54:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Niente caccia sulla ciclabile del Marecchia: il Tar non sospende l'ordinanza del Comune di Rimini

L'associazione ricorrente è stata così condannata al pagamento di tremila euro di spese legali

Attualità Rimini | 13:44 - 28 Novembre 2019 Cacciatore in azione (foto di repertorio) Cacciatore in azione (foto di repertorio).


Il Tar di Bologna ha respinto la richiesta di sospensiva, promossa dall'associazione Ambito Territoriale di Caccia, contro l'ordinanza del Comune di Rimini che pone il divieto di caccia lungo il fiume Marecchia, lungo il percorso storico naturalistico e la ciclabile. L'ordinanza rimane dunque in vigore, in attesa del giudizio sul merito. La sentenza del Tar ha sancito la prevalenza dell'interesse pubblico su quello dei privati. L'associazione ricorrente è stata così condannata al pagamento di tremila euro quali spese legali affrontate dal Comune di Rimini. 

 “Un giudizio – commenta l’amministrazione comunale di Rimini – che conferma la bontà dell'ordinanza del Comune di Rimini, con cui si pongono le basi per far convivere il turismo naturalistico e l'attività venatoria. Un’ordinanza che non pregiudica l'esercizio della caccia e crea le condizioni per una maggiore sicurezza degli utenti del percorso ciclo pedonali e dei cittadini della vicina area urbana,accrescendo la fruibilità dei percorsi naturalistici”.