Luned́ 09 Dicembre09:29:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Al Playhall di Riccione si sono tenuti i campionati nazionali arti marziali dello Csen

Il team Romagna, con gli atleti riccionesi, ha conquistato un oro e un argento

Sport Riccione | 13:45 - 27 Novembre 2019 Al Playhall di Riccione si sono tenuti i campionati nazionali arti marziali dello Csen

Nel weekend appena trascorso il Play Hall di Riccione, sotto la guida esperta della Sezione Judo della Polisportiva comunale, ha ospitato l’evento più importante dell’anno per le arti marziali dello Csen (Centro Sportivo Educativo Nazionale), uno dei maggiori enti di promozione sportiva a livello nazionale. Ben 850 atleti dai 9 ai 50 anni provenienti da tutta Italia, con una rappresentanza dell’isola di Malta e della Repubblica di San Marino, si sono confrontati sul tatami alla presenza di numerose autorità sportive e rappresentanti delle istituzioni locali come l’assessore allo Sport del Comune Riccione, Stefano Caldari, che ha invitato i numerosi partecipanti e le loro famiglie a partecipare, a fine manifestazione, alla inaugurazione dell’Ice Carpet in viale Ceccarini.
Giuseppe Longo, responsabile della Sezione Judo della Polisportiva, nel dare il benvenuto al popolo del judo italiano, ha sottolineato l’importanza che i grandi eventi sportivi hanno per l’economia cittadina, soprattutto se organizzati lontano dai periodi estivi, perché lo sport contribuisce a portare in città un turismo sano. In particolare la Sezione Judo della Polisportiva nel 2019 ha partecipato all’organizzazione di ben tre eventi di livello nazionale, portando in città quasi 3.000 atleti e i relativi accompagnatori (tecnici e famiglie).

La Polisportiva Riccione, grazie ad un sodalizio tutto romagnolo, ha potuto presentare 41 atleti in gara, in gran parte under 18 e under 15, provenienti oltre che dalla stessa Polisportiva anche da Imola, Lugo, Gambettola e Forlì. In questo modo, con 8 medaglie d’oro, 7 d’argento e 16 di bronzo, la sezione Judo seguita dagli insegnanti tecnici Giuseppe Longo, Badiane Ousmane e Giovanni Niola ha conquistato il titolo Nazionale Csen per società fra gli under 18, mentre si è dovuta accontentare del secondo gradino del podio nella classifica assoluta.

Di seguito gli atleti medagliati:                                              

Primi Classificati: Riccardo Casella, Andrea Gabelli, Matteo Anacardi, Greta Casisi, Matteo Fusella, Simone Gini, Lucas Mendes Valdana e Morgana De Paoli.

Secondi classificati: Chiara Degli Angioli, Ginevra Portolani, Nicol Bondi, Yi Ke Luo, Francesco Picchi, Celeste Maccioni e Denis Georgescu.

Terzi Classificati: Gregorio Callegati, Pietro Cavina, Matilde Manfredini, Edoardo Morelli, Davide Niola, Giulia Lo Conte, Bianca Serino, Elia Dini, Viola Bertozzi, Sofia Longo, Perla Rossetti, Anita Celli, Rita Bertozzi, Federica Bugli, Thomas Gaddi, Alessandro Puglia, Simone Michelotti e Cecilia Tencati.

Il commento dopo la prima giornata di gara e la conquista del titolo nazionale under 18 del responsabile della sezione judo della Polisportiva, nonché promotore e referente organizzativo del campionato, Giuseppe Longo: “La Polisportiva Riccione è la Polisportiva di Romagna. Abbiamo vinto la classifica per società del Campionato Nazionale Csen di Judo under 18. In gara abbiamo difeso bene i nostri colori con la nostra giovane squadra, che ha visto tutti sul podio, insieme al fondamentale apporto dei giovani atleti di Imola del Maestro Vito Ponzi, del Team Romagna Lugo del maestro Paolo Beretti, il Gambettola del maestro Danilo Nicolì e Nippon Forlì del maestro Stefano Rossi. Già da tempo con queste società sportive stiamo portando avanti un progetto di allenamenti comuni che ha avuto qui il suo massimo culmine con la conquista di questo importantissimo titolo, che dimostra che il judo romagnolo, con l’apporto fondamentale della Polisportiva Riccione, è fortemente competitivo. Il judo romagnolo unito ha battuto il resto d'Italia”. E poi continua: “Sono molto soddisfatto del risultato dei nostri agonisti, i quali sono andati tutti a podio. Spicca fra tutti Morgana De Paoli, campionessa italiana federale in carica, che fra due settimane a Ostia dovrà difendere il titolo conquistato lo scorso anno”.

Il tecnico della Polisportiva, Badiane Ousmane, ha quindi commentato: “I nostri atleti hanno lottato come leoni. Non sempre le cose sono andare per il verso giusto, ma abbiamo dimostrato che a Riccione sappiamo fare judo. In particolare Simone Michelotti ha conquistato il bronzo, vincendo due incontri in modo esemplare, mentre è stato fermato in semifinale da Alex Naghi della delegazione di San Marino. Cecilia Tencati, nonostante abbia avuto problemi con la gestione del peso tanto da gareggiare nei 57 kg anziché nei 52kg per soli 500 grammi, ha perso solo il primo incontro per somma di sanzioni, pur essendo in vantaggio di wazari (mezzo punto). Successivamente ha conquistato il bronzo a seguito di una fantastica sequenza di azioni, prima ottenendo wazari con una tecnica di proiezione, poi immobilizzando l’avversaria al suolo che però è riuscita a divincolarsi obbligando Cecilia a un’azione di strangolamento che ha costretto l'avversaria alla resa”.

Al successo organizzativo e sportivo di questo campionato, si unisce la gioia di tutto il gruppo per il conseguimento del 4° dan del fondatore della Sezione Judo della Polisportiva, Giuseppe Longo, che il 16 novembre scorso ha superato brillantemente l’esame federale al centro olimpico di Ostia. “Dopo tanti anni mi sono rimesso in gioco. Era da molto che ci pensavo, ma non trovavo un compagno valido che mi aiutasse in questo percorso, fin quando non si è presentata l’occasione di partecipare ad un corso di formazione con Alberto Belligotti, insegnate di judo di Rimini, che per 6 mesi è stato un fedelissimo compagno d’avventura. Sono molto felice anche perché ho potuto fare l’esame sotto l’occhio discreto del mio maestro, Giovanni Strazzeri, che è attualmente il presidente nazionale del settore judo della Federazione Italiana Judo Lotta Karate e Arti Marziali”.