Sabato 07 Dicembre19:54:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dialogo a due voci tra Barone e Pivato sulla chiave di Einstein, l'equazione rivoluzionaria

Appuntamento sabato alle 17 al museo della città, ingresso libero e gratuito

Eventi Rimini | 12:41 - 27 Novembre 2019 Vincenzo Barone Vincenzo Barone.

Einstein ci ha consegnato una chiave per aprire porte su orizzonti e scenari imprevedibili, nonché la speranza che, con l’aiuto degli scienziati, la nebbia dell’ignoto presto potrà dissolversi. Ne parlerà sabato 30 novembre in sala del Giudizio all'interno del museo della città di Rimini alle 17 Vincenzo Barone, docente di Fisica teorica all’Università del Piemonte Orientale che introdurrà all’equazione più famosa della storia della Fisica, mostrando le sue conseguenze sulla nostra concezione del mondo e sul nostro senso del tempo. Il dialogo sarà con Marco Pivato, giornalista e divulgatore scientifico.

Vincenzo Barone insegna fisica teorica all’Università del Piemonte Orientale ed è socio dell’Accademia delle Scienze di Torino. La sua ricerca riguarda la fenomenologia delle particelle elementari e, in particolare, le interazioni forti. A questa attività unisce da molti anni l’impegno nel campo della comunicazione della scienza. Fa parte del comitato scientifico di “Asimmetrie”, rivista divulgativa dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, e collabora al supplemento domenicale de “Il Sole 24 Ore”. Ha curato Le due relatività, una riedizione degli scritti originali di Einstein (Bollati Boringhieri, 2015). Tra i suoi libri: L'ordine del mondo. Le simmetrie in fisica da Aristotele a Higgs (Bollati Boringhieri, 2013) finalista al Premio Galileo di divulgazione scientifica, La matematica della natura (con G. Giorello, il Mulino, 2016) Albert Einstein. Il costruttore di universi (Laterza, 2016), L'infinita curiosità: breve viaggio nella fisica contemporanea (Dedalo, 2017) e E=mc² : la formula più famosa ( Il mulino, 2019).

Marco Pivato è giornalista scientifico free-lance e scrittore. Dopo gli studi classici e la laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche presso l'Università di Bologna, ha conseguito un Master in Comunicazione della Scienza. Collabora con “La Stampa” ai supplementi “Tutto Salute” e “tutto Scienze”. Ha fondato Dna Media Lab, agenzia che cura la comunicazione per aziende che operano nel campo della sanità. È inoltre addetto stampa della Società Italiana di Farmacologia e della Società Italiana di Tossicologia. Tra le pubblicazioni più recenti: Il miracolo scippato: le quattro occasioni sprecate della scienza italiana negli anni sessanta (Donzelli, 2011), Noverar le stelle: che cosa hanno in comune scienziati e poeti (Donzelli, 2015), I comunisti sulla luna. L'ultimo mito della Rivoluzione russa (Il Mulino, 2017), Usare il cervello. Ciò che la scienza può insegnare alla politica (La nave di Teseo, 2018).

Ingresso libero fino ad esaurimento posti