Venerd́ 13 Dicembre12:57:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Le imprese delle donne nella provincia di Rimini, un convegno con Acli per discutere e proporre

Il convegno in programma venerdì 29 novembre al cinema teatro Tiberio

Eventi Rimini | 10:48 - 27 Novembre 2019 Le imprese delle donne nella provincia di Rimini, un convegno con Acli per discutere e proporre

Donne lavoratrici, imprenditrici, alle prese con il lavoro e la famiglia. Quando si parla di “imprese” delle donne non ci si riferisce solo alle aziende che hanno come titolare una figura femminile, ma anche alle fatiche quotidiane di tutte le donne che ogni giorno cercano di conciliare i vari aspetti della loro vita. E allora è davvero “un’impresa” riuscire ad arrivare a fine giornata senza dimenticare nulla e facendo tutto bene, anzi meglio degli uomini, perché, nel mondo del lavoro, alle donne (specie se vogliono fare carriera e arrivare a posizioni apicali) spesso è chiesto di più che agli uomini. Mentre, per quanto riguarda la famiglia, sono ancora troppo pochi gli uomini che partecipano alla conduzione della casa, che si dedicano alla cura dei figli e degli anziani.
Ruoli rigidi, stereotipi difficili da scardinare, che solo con l’impegno di tutti, donne e uomini, si può riuscire a superare per giungere a una società davvero egualitaria.

Si parla di “Rimini, le imprese delle donne” venerdì 29 novembre alle ore 17 al cinema teatro Tiberio nel convegno promosso dalle Acli e dal Coordinamento Donne Acli della provincia di Rimini, con il contributo della Regione Emilia-Romagna.
Focus dell’incontro sono la presentazione del rapporto “Le imprese delle donne. Progetto volto a sostenere la presenza paritaria delle donne nella vita economica del territorio riminese” curato da Primo Silvestri, direttore di TRE TuttoRomagnaEconomia, e la tavola rotonda con alcune delle imprenditrici che sono state intervistate nel corso dell’indagine, che interverranno insieme ai sindacati e altri ospiti.

La ricerca “Le imprese delle donne” indaga la presenza delle donne, dipendenti e imprenditrici, nel mondo del lavoro riminese, evidenziando la diversa distribuzione dei generi nei vari settori produttivi e segnalando la disparità di trattamento economico rispetto agli uomini. Se negli ultimi anni nel territorio riminese l’occupazione femminile è aumentata, e questa è certamente una buona notizia, la differenza retributiva è un obiettivo ancora da raggiungere. Nella ricerca sono anche riportate le interviste ad alcune imprenditrici locali e sono segnalate le esperienze virtuose di conciliazione all’interno di alcune aziende e i servizi per l’infanzia esistenti in zona.
Un capitolo, infine, è dedicato alla presenza delle donne nelle amministrazioni locali.
che inizia con i saluti di Emanuele Magnani, vice-presidente ACLI Rimini segue la presentazione del rapporto curato da Primo Silvestri e la tavola rotonda a cui partecipano:

  • Valeria Piccari, titolare Adriaplast
  • Morena Guerra, titolare Ricci Sabbiature
  • Maria Luisa Palazzo, titolare M.L.P. Gioielli
  • Nicoletta Renzi, responsabile Comunicazione, marketing ed eventi Gruppo Sgr
  • Isabella Pavolucci, segretaria generale Cgil Rimini
  • Roberto Baroncelli, segretario Cisl Romagna
  • Giuseppina Morolli, segretaria generale Uil Rimini
  • Cinzia Brunazzo, Comitato Politiche di genere Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Rimini
    conclusioni di Emma Petitti, assessora Bilancio e Pari opportunità Regione Emilia-Romagna
Modera il dibattito Simona Mulazzani, direttrice Icaro Tv

L’iniziativa è inserita nel progetto “Le imprese delle donne. Progetto volto a sostenere la presenza paritaria delle donne nella vita economica del territorio riminese” promosso dal Coordinamento Donne Acli Rimini con il contributo della Regione Emilia-Romagna (D.G.R. n. 1959 dell’11/11/2019). Il progetto ha vinto il bando della Regione Emilia-Romagna (D.G.R. n. 1242 del 22/7/2019) e prevede, oltre alla ricerca di cui sopra, incontri pubblici e nelle scuole, azioni nelle aziende, proiezioni e una campagna comunicativa contro gli stereotipi di genere.