Luned́ 09 Dicembre22:46:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO E VIDEO Aereo caduto al "Fellini" di Rimini: il disastro simulato è da brividi

Esercitazione molto realistica, impegnati 180 figuranti e 150 soccorritori

Attualità Rimini | 07:34 - 27 Novembre 2019

Momenti di concitazione martedì pomeriggio all'aeroporto Fellini di Rimini dove, dalle 16 alle 19, sono intervenute un numero elevato di ambulanze e un massiccio dispiegamento di forze dell'ordine (prefettura, polizia, vigili del fuoco, guardia di finanza, Enac, Enav) . Fortunatamente nessuna emergenza, ma solo una simulazione da brividi; un'esercitazione finalizzata a simulare un incidente aereo e a verificare l'efficacia del piano di emergenza aeroportuale. "Una prova superata a pieni voti dal Fellini", commenta AiRiminum, società di gestione dell'aeroporto, con la precisazione che in quel momento la pista era libera da decolli e atterraggi.

Ovviamente non è stato possibile utilizzare un vero aeromobile, così la simulazione si è svolta all'interno di autobus messi in fila. L'aereo ha simulato un incendio a bordo e la rottura in più parti nell'impatto con il suolo. I passeggeri a bordo erano 129, i figurati 180, molti dei quali hanno finto di essere rimasti a terra feriti, altri solo spaventati o familiari delle vittime come in caso di incidente reale.

Centocinquanta invece il personale impegnato nei soccorsi, compreso personale dell'aeroporto. A coordinare l’operazione, dietro direttive Enac, è stata per AIRiminum Monica Passuello, Safety Manager dell’Aeroporto di Rimini.

In meno di tre minuti i Vigili del Fuoco del distaccamento aeroportuale sono giunti sullo scenario incidentale. Gli automezzi dei vigili del fuoco, in grado di erogare in soli due minuti 30 mila litri di sostanze estinguenti a 90 metri di distanza, hanno consentito di estinguere le fiamme simulate. Immediatamente dopo il personale è entrato all’interno dei tronconi di aereo, simulati da bus, prestando soccorso ai passeggeri, feriti e incolumi, presenti all’interno.

In considerazione dell’ampio scenario ed elevato numero di passeggerei coinvolti, sono intervenuti altri 3 automezzi di soccorso provenienti dalle sedi più prossime del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco per completare la messa in sicurezza dell’aeromobile e il rapido allontanamento e salvataggio delle persone coinvolte.

Molti dei figurati erano stati truccati utilizzando tecniche di derivazione cinematografica e questo ha reso ancora più realistica l’esercitazione permettendo ai soccorritori di affrontare tutte le problematiche legate al trattamento di traumatizzati con ferite e reazioni emotive comuni in questo tipo di incidenti.

Tale tipo di esercitazione viene effettuata ogni due anni, oltre a quelle parziali per settori, perché tutti i soggetti coinvolti nei soccorsi operino al meglio in caso di reale emergenza.

In una nota, AIRiminum 2014 ringrazia "tutti coloro che hanno collaborato in maniera professionale alla simulazione contribuendo alla messa in atto di tutte le pratiche necessarie per agire in maniera tempestiva ed efficiente in caso di incidente aereo".