Venerdý 13 Dicembre12:57:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Una panchina rossa contro la violenza alle donne in piazza Ganganelli a Santarcangelo

E' una delle cinque panchine collocate nel territorio comunale: l'inaugurazione giovedì 28 novembre

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:23 - 26 Novembre 2019 Panchina rossa contro la violenza alle donne Panchina rossa contro la violenza alle donne.

La Giornata internazionale contro la violenza sulle donne è appena trascorsa, ma l’Amministrazione comunale di Santarcangelo ritiene fondamentale portare avanti una riflessione sul tema che non può esaurirsi con la ricorrenza. Per questo, dopo il patrocinio e la partecipazione alla camminata “È per te” di sabato scorso a Rimini, nei prossimi giorni si svolgeranno due iniziative sul territorio di Santarcangelo nell’ambito del programma “Femminile#plurale” coordinato dalla Provincia di Rimini.

Giovedì 28 novembre alle ore 18,45 sarà inaugurata in piazza Ganganelli la Panchina Rossa, una delle cinque collocate sul territorio comunale per sensibilizzare la cittadinanza sul tema della violenza contro le donne e promuovere l'attività dei centri antiviolenza presenti sul territorio. L’adesione della Giunta comunale all’iniziativa promossa da Rompi il silenzio onlus e CGIL Rimini risale infatti ai giorni scorsi.

Venerdì 29 novembre dalle ore 21, invece, si rinnova l’appuntamento con la serata di apertura della rassegna “Fuori Stagione”, arrivata alla quarta edizione e realizzata da Teatro Patalò in collaborazione con Santarcangelo dei Teatri e il contributo della Regione Emilia-Romagna. In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, allo spazio Ranieri in via della Quercia 3 andranno in scena le due letture “Mariti” e “Persona” nell’ambito del progetto di rete “D’umanità l'attore”, realizzato in collaborazione con Artisti Drama e Cantharide.

“La violenza contro le donne è un problema su cui è necessario non abbassare mai la guardia” dichiara la vice sindaca e assessora alle Pari opportunità, Pamela Fussi. “Da parte nostra siamo convinti di quanto sia importante l’opera di sensibilizzazione, quindi con la Panchina Rossa proseguiamo nella realizzazione di iniziative simboliche dopo la collocazione dell’Albero rosso di Gabriele Gambuti sulla scalinata tra le vie Costa e Ruggeri nel 2017 e l’adesione a Posto Occupato da parte del Consiglio comunale nel 2018. D’altra parte, il contrasto alla violenza non può prescindere dal servizio di ascolto e supporto per le donne che ne sono vittime, quindi confermiamo il nostro impegno di sostegno convinto e sostanziale allo Sportello antiviolenza di Santarcangelo, che a breve speriamo di poter rafforzare – conclude la vice sindaca – con un sensibile ampliamento delle attività e dell’orario di apertura”.

Mariti (lettura scenica da “Husbands” di John Cassavetes; con Gianluca Balducci, Francesco Pennacchia, Stefano Vercelli; adattamento di Francesco Pennacchia; coproduzione Drama/Cantharide) – Tre amici. Il quarto, uno di loro, è morto. La scomparsa improvvisa e prematura del loro amico apre una voragine, provoca una crisi di valori in cui questo terzetto di mezza età precipita. Tre seri professionisti diventano quindi tre goliardi molesti e ubriachi che, rimanendo insieme, per un impulso di ribellione verso qualcosa che non riescono a definire, decidono di mandare al diavolo tutto. Mogli, figli, lavoro, per un momento non esistono più. Solo per un momento però. Niente è definitivo, tutto ricomincia. Tre amici. Il quarto, uno di loro, è morto. La scomparsa improvvisa e prematura del loro

Persona (lettura scenica tratta da “Persona” di Ingmar Bergman; con Isadora Angelini, Angela Antonini, Elena Galeotti; adattamento di Elena Galeotti; coproduzione Drama/Cantharide) – Un’acclamata attrice teatrale, Elisabeth Vogler, durante una rappresentazione dell’Elettra smette all’improvviso di recitare in preda a un inspiegabile desiderio di ridere. Da quel momento Elisabeth decide di non parlare più. Ricoverata in una clinica psichiatrica, la donna pare non avere alcun tipo di disturbo e risulta evidente che il suo mutismo è una scelta. La dottoressa che l’ha in cura, capisce la natura della sua decisione e preferisce non farla restare in clinica proponendole di trascorrere del tempo nella sua casa al mare insieme a una giovane infermiera, Alma, che avrà il compito di assisterla.

Per prenotazioni: ufficio Santarcangelo dei Teatri (via Costa 28 – tel. 0541/626185). Biglietto intero 10 euro, ridotto ragazzi fino ai 18 anni 5 euro e soci Coop. Per informazioni: www.teatropatalo.it, pagina Facebook Fuori Stagione.