Mercoledý 11 Dicembre20:05:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rompono le placche antitaccheggio e fanno sparire scarpe, giubbotto, felpa e scarpe negli zaini

Le mosse dei malviventi hanno insospettito il personale del reparto abbigliamento che ha dato l'allarme facendo intervenire i carabinieri

Cronaca Rimini | 16:18 - 25 Novembre 2019 Carabinieri al Centro Commerciale Carabinieri al Centro Commerciale.

Beccati a rubare al centro commerciale, sono finiti in manette un 24enne di nazionalità ucraina e un 23enne di origini cubane, entrambi cittadini armeni da diversi anni residenti a Rimini. L’addetto alla sicurezza si è accorto, domenica pomeriggio, dell’atteggiamento sospetto dei due e ha deciso quindi di tenerli sott’occhio, quando li ha visti rubare due paia di scarpe, un giubbotto, una felpa ed alcune paia di calzini, sempre guardandosi intorno come per assicurarsi di non essere osservati. La sicurezza ha quindi dapprima attenzionato i due, poi chiamato i carabinieri. Nel mentre i due ragazzi si sono nascosti e hanno rimosso le placche antitaccheggio alla merce rubata, nascondendola in due zaini. Si sono divisi e sono usciti, uno oltrepassando le casse dall’apposita uscita “senza acquisti”, l’altro da una cassa pagando una bibita in lattina. Si sono poi rincontrati alle scale mobili, ma qui sono stati bloccati dal personale addetto alla sicurezza e consegnati ai Carabinieri: negli zaini è stata rinvenuta merce per il valore di 350 euro. Per i due sono scattate le manette, processati per direttissima, per loro è stato disposto il divieto di dimora nella provincia di Rimini in attesa del processo che si terrà nel mese di dicembre.