Domenica 08 Dicembre03:54:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Promozione: Bellavista lancia il Bellaria Igea Marina, superato 1-0 il Cervia

Grande prestazione di Mignani che nella ripresa salva due volte su Zanigni

Sport Bellaria Igea Marina | 17:56 - 24 Novembre 2019 Una formazione del Bellaria Igea Marina Una formazione del Bellaria Igea Marina.

Bellaria Igea Marina - Cervia 1-0


BELLARIA IGEA MARINA: Mignani, Minacapilli, Venturi, Paganelli, Zanotti, Alvisi; Bellavista, Galassi; Facondini (81' Aruci), Zanni (77' Righini), Chiussi (91'  Ceccarelli). 
In panchina: Forastieri, Pruccoli, Baldini, Loi, Vivo, Marchini. 
All. Fusi.
CERVIA: Braggion, Ceccarelli (52' Panfini), Severi, Guerra; Braschi (66' Ndoka), Calandra, Godoli (81' Scarpellini), Romagnoli (56' Brando), Valentini (67' Candoli); Alberani, Zanigni. 
In panchina: Ricci, Kalac, Fantini, Merli.
All. Molducci.

ARBITRO: Palma di Bologna (Assistenti: Hounga e Tola di Cesena).
RETI: 36' Bellavista
NOTE: ammoniti Fancondini e Brando. 

BELLARIA IGEA MARINA.  Il Bellaria Igea Marina torna alla vittoria superando con merito il Cervia. Al 24' Bellavista crossa dal fondo, la palla attraversa tutta l'area piccola senza trovare deviazioni. Tre minuti dopo ancora Bellavista impegna Braggion con un velenoso tiro da posizione defilata. Al 36' Bellaria Igea Marina in vantaggio: Zanni smarca Bellavista davanti al portiere, l'esterno scavalca Braggion in uscita con un perfetto pallonetto. Al 39' brividi per Mignani, con una punizione dal limite che sfiora il palo. A inizio ripresa ospiti più volitivi alla ricerca del pareggio, ma la migliore occasione è al 65' per la squadra di casa, che ripete il colpione del gol: lancio di Zanni che taglia la difesa avversaria per Bellavista, questa volta Braggion in uscita si supera e salva. Al 71' Zanigni si gira in area piccola e chiama Mignani alla parata decisiva. Al 79' è Candoli a sfiorare il pareggio con un tiro al volo che termina di poco alto sopra la traversa. A tre minuti dal novantesimo brividi per la squadra riminese: punizione di Calandra e Zanigni di testa chiama Mignani alla grande parata sulla sua destra. Nel recupero il portiere respinge con i pugni una potente conclusione dal limite di Ndoka.