Lunedý 09 Dicembre22:33:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Furti di moto di grossa cilindrata: otto arresti dei Carabinieri di Riccione

L'operazione "Centauro", partita nel luglio 2018, è stata condotta tra Rimini, Como e Milano

Cronaca Riccione | 07:55 - 22 Novembre 2019 Carabinieri in azione Carabinieri in azione.

Un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, sette persone ai domiciliari, sei colpite da obbligo di dimora e di presentazione alla pg: è il bilancio dell'operazione 'Centauro', conclusa questa mattina (Venerdì 22 novembre) dai Carabinieri di Riccione nelle province di Rimini, Milano e Como. I provvedimenti cautelari sono scattati nei confronti di 14 persone. L'ipotesi di reato è l'associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti di motociclette di grossa cilindrata (in particolare di un noto marchio italiano), nonché alla ricettazione e al riciclaggio di pezzi di ricambio destinati al mercato parallelo. Le indagini, iniziate nel luglio del 2018, sono partite a seguito di numerose moto a Rimini, Riccione e Misano Adriatico, durante il World Ducati Week; mezzi che venivano smontati e trasportati a Milano.  Gli arresti sono scattati alle prime ore del mattino, quando i Carabinieri di Riccione, al termine della complessa attività investigativa, coadiuvati dai militari dei comandi provinciali di Milano e Como, nonché del Terzo reggimento Lombardia, hanno dato esecuzione agli otto provvedimenti di custodia cautelare nelle province di Rimini, Milano e Como. Contestualmente, sono stati notificati i sei provvedimenti cautelari alternativi alla detenzione.

L'operazione 'Centauro' era partita nel luglio del 2018 quando i carabinieri arrestarono in flagranza quattro persone recuperando e restituendo ai proprietari due moto rubate. Dopo qualche tempo, nel corso dell'indagine, i militari recuperarono altre cinque motociclette a Rimini in un garage privato. Secondo gli inquirenti, questo garage era quello all'interno del quale venivano smontati i mezzi rubati, prima del loro trasporto a Milano.