Domenica 08 Dicembre04:49:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Problema velocità degli automobilisti riminesi: "cittadini ci chiedono di installare gli autovelox"

La nota dell'assessore Sadegholvaad che elogia gli scout speed: "Dispositivo apprezzato dai cittadini"

Attualità Rimini | 13:51 - 20 Novembre 2019 Uno dei nuovi dissuasori di velocità ordinati dal Comune di Rimini Uno dei nuovi dissuasori di velocità ordinati dal Comune di Rimini.

Dieci dissuasori di velocità (le colonnine arancioni che possono contenere al loro interno un autovelox) saranno installati dall'amministrazione comunale di Rimini per entrare in funzione entro la fine del 2019. Ma non solo: l'amministrazione punta sugli scout speed per punire gli automobilisti dal piede troppo pesante.  Nei primi dieci mesi del 2019 e nella prima parte di novembre, lo strumento, installato a bordo delle auto della Polizia Municipale, ha rilevato oltre 6500 violazioni al codice della strada per eccesso di velocità. Per via di una disputa giurisprudenziale lo strumento non è ancora entrato in azione nella funzione dinamica, in pratica con l'automobile in movimento, fatto che potrebbe aumentare il numero delle infrazioni registrate; e benché gli stessi giudici si trovino spesso ad annullare verbali a seguito di rilevamento di infrazioni da parte dello scout speed in modalità statica, l'amministrazione comunale evidenzia che lo strumento sia "particolarmente apprezzato dai cittadini perché è possibile programmare gli interventi mirati nelle situazioni maggiormente sensibili, posiziando gli scout speed nei punti e nei momenti in cui maggiormente i limiti di velocità sono ignorati". All'accusa di voler fare cassa, l'amministrazione comunale, per voce dell'assessore Jamil Sadegholvaad, ribadisce la volontà di contrastare i pericolosi eccessi degli automobilisti riminesi in terimini di velocità, conformandosi alle numerose segnalazioni raccolte dagli uffici da parte dei cittadini che lamentano comportamenti alla guida pericolosi e il mancato rispetto dei limiti. Nel dettaglio, spiega Sadegholvaad, "le segnalazioni  interessano diffusamente tutta la città, con particolare attenzione in corrispondenza di scuole, complessi residenziali, incroci trafficati: da Viserba a Miramare, passando per il centro storico, fino a Corpolò, da via Caduti di Marzabotto a via Sant'Aquilina, da via Marecchiese a via Montescudo, fino alla Consolare di San Marino". L'assessore precisa ulteriormente: "Tante segnalazioni - circa una cinquantina dall'inizio dell'anno solo quelle formalizzate all'ufficio relazioni col pubblico a cui si aggiungono le numerose telefonate agli uffici e alla Centrale operativa della Polizia locale - quasi sempre accompagnate da una richiesta di intervento all'Amministrazione affinché si proceda con autovelox, controlli, dissuasori di velocità".