Sabato 07 Dicembre14:41:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket B, a Chieti Albergatore Pro condannata alla ko sconfitta dalla percentuale al tiro: 72-64

Per il trio Pesaresi-L.Bedetti-F.Bedetti 1/25. Ma Rimini resta in partita fino alla fine

Sport Rimini | 22:27 - 17 Novembre 2019 Albergatore Pro domenica prossima torna al Flaminio per il derby contro Faenza Albergatore Pro domenica prossima torna al Flaminio per il derby contro Faenza.

Albergatore Pro cade a Chieti per 72-64. A condannare Rimini la prova incolore al tiro: il 5/27da tre, con il trio Pesaresi – F. Bedetti – L. Bedetti  a referto con un misero 1/25 complessivo al tiro.
Dall’altra parte Rezzano bissa la prestazione sontuosa di Teramo con un referto più che positivo (19 punti con 21 di valutazione), seguito dall’immortale Ruggiero. Da segnalare il rientro nelle rotazioni di Simoncelli dopo l’infortunio patito nella prima giornata a Giulianova.
Gli ospiti partono subito forte sfruttando la zone press, dalla quale recuperano diversi possessi per poi lanciarsi in transizione con Luca Bedetti (3/4 dalla lunetta). I teatini, comunque, tengono botta con Ruggiero e Rezzano. Ma una serie di errori da entrambe le squadre contribuiscono ad abbassare il livello del gioco. Nel primo periodo Ambrosin in evidenza con 9 punti, ma anche tre falli che lo costringeranno alla panchina per tutto il primo tempo (23-21).
Nella ripresa le squadre sbagliano tanto e costruiscono davvero poco. In modo particolare la Rinascita Basket Rimini, dopo aver cercato senza fortuna la via del canestro dall’arco con tiri spesso aperti (3/14), fatica a superare la zona 2-3 impostata da coach Coen: solo 12 punti nel secondo quarto. Tuttavia il punteggio ristagna a lungo sul 32-30. La rottura prolungat viene risolta da Sanna che con un gioco da tre punti desta i suoi. Ma è Rezzano ad infiammare il PalaTricalle con un fondamentale gioco da quattro punti (39-30 al 19’) con il quale l’Esa Italia Chieti trova il primo vero allungo di serata. Dopo una debole reazione avversaria, l'ex Rimini Meluzzi pesca una tripla pesante a fil di sirena (42-33).
RIPRESA Dopo la pausa lunga Rimini risponde presente con Tommaso Rinaldi che mostra tutta la sua esperienza sotto le plance (12 punti, di cui 8 nella terza frazione) e con Ambrosin che continua a bucare la retina in tutti i modi (19). Rezzano, in un periodo di forma, trascina l’Esa Italia dall’arco (3/6) ed a cronometro fermo (6/7). I romagnoli riescono a ricucire lo strappo arrivando ad un solo possesso di distanza (54-51) ma, nel loro momento migliore, la difesa teatina stringe le maglie e propizia due recuperi eccellenti. Chieti riesce a rimettere, tra sé e gli avversari, un buon margine in vista degli ultimi dieci minuti (58-52).
Il solco è conservato da Esa Italia Chieti nell’ultima frazione. Con alcune belle giocate di Ruggiero (15) di Stanic (10), i padroni di casa conquistano un importante successo.

Il tabellino
Esa Italia Chieti – Albergatore Pro Rinascita Basket Rimini 72-64

Esa Italia Chieti: Ponziani 6 (3/6), Ruggiero 15 (4/5, 2/4, 1/1 tl), Stanic 10 (5/6), Rezzano 19 (1/2, 3/7, 8/11 tl), Di Carmine, Mijatovic NE, Meluzzi 7 (2/2, 1/5), Insegno NE, Sanna 8 (2/2, 1/3, 1/1 tl), Ba 4 (2/4), Raicevic. Coach Coen, Ass. Coach Perricci, Ass. Coach Cinquegrana.
Rimbalzi O/D 36, 6+30 (Ponziani, Rezzano 7), tiri da due 20/32 (63%), tiri da tre 7/25 (28%), tiri liberi 11/16 (69%)
Rinascita Basket Rimini: Bedetti L. 8 (1/7, 6/8 tl), Ambrosin 19 (6/6, 2/4, 1/1 tl), Rivali 8 (4/4), Bedetti F.,(0/3, 0/6), Rinaldi 14 (4/8, 1/3, 3/4 tl), Pesaresi 3 (0/1, 0/8, 3/3 tl), Ramilli NE, Bianchi, Broglia 7 (2/4, 1/1), Moffa 5 (1/1, 1/3). Coach Bernardi.
Rimbalzi O/D 33, 8+25 (Rinaldi 9), tiri da due 18/34 (53%), tiri da tre 5/27 (19%), tiri liberi 13/16 (81%).
Parziali: 23-21; 19-12 (42-33); 16-19 (58-52); 14-12 (72-64)