Venerdý 13 Dicembre13:37:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Meteo, allerta arancione fino a lunedì per il riminese: vento e pioggia, corsi d’acqua monitorati

Protezione civile e Polizia locale pronti per attivarsi operativamente nel caso di necessità

Attualità Rimini | 09:50 - 17 Novembre 2019 Corsi d'acqua monitorati Corsi d'acqua monitorati.

Allerta Arancione anche sul territorio provinciale, attivate le prime procedure per intervenire in caso di peggioramento delle condizioni meteo. E’ di Codice Colore Arancione, sia per criticità idraulica sia per criticità di vento, sul territorio della provincia di Rimini la previsione dell’Allerta dell’Agenzia di Protezione civile regionale emessa alle ore 12,30 di sabato e valida fino alla mezzanotte di lunedì 18 novembre.

Una previsione che ha consigliato d’attivare le prime azioni di controllo della Protezione civile riminese con l’apertura del presidio di via Marecchiese e l’allerta dei personale della Polizia locale di Rimini dei volontari della Protezione civile, di Anthea e di Hera, per attivarsi operativamente nel caso di necessità o di peggioramento delle condizioni meteo.

L’ALLERTA Intensi flussi sud-occidentali perturbati – si legge nell’allerta - interessano la nostra regione, associate alle precipitazioni, che potranno assumere carattere di rovescio sui rilievi, sono previste nevicate che interesseranno i rilievi appenninici centro-occidentali, con una quota neve stimata che temporaneamente può scendere fino a 300-500 metri; dalle prime ore del 17 novembre è previsto un rapido innalzamento dello zero termico, ad iniziare dal settore centrale appenninico, in estensione al settore occidentale. Rinforzi dei venti sui rilievi e sulla fascia costiera ad iniziare dalle prime ore di domenica 17 novembre. Stato del mare agitato su tutta la fascia costiera con persistenza di condizioni di alta marea. Per quanto riguarda la criticità costiera il livello di allerta è definito anche tenendo conto dello stato di vulnerabilità in cui versa il litorale a causa del prolungarsi dell'evento di alta marea.

Alla luce delle previsioni meteo, l’Amministrazione Comunale di Bellaria Igea Marina si è adoperata per disporre un monitoraggio continuo del mare e dei corsi d’acqua.

AGGIORNAMENTO

E’ stato senza danni il passaggio della perturbazione, che dal primo pomeriggio di sabato ha interessato il territorio provinciale di Rimini, che ha indotto l’Agenzia regionale di protezione civile Emilia Romagna ad emettere un’ Allerta Arancione sia per criticità idraulica sia per criticità di vento.

E’ stato nel cuore della notte di sabato , attorno alle ore 2,30, che la stazione idrometrica di controllo del Fiume Marecchia all’altezza della Statale 16 ha registrato con 3 metri e 26 il maggior livello raggiunto dalle acque che, man mano che dal monte arrivavano al mare, crescevano con l’apporto della rete idrica secondaria.

Una situazione che consigliava l’apertura delal passerella galleggiante a mare del ponte di Tiberio, attivando le procedure previste.
La Centrale operativa della Polizia locale, operativa per tutta la notte insieme al personale della Protezione civile e alle squadre delle società di servizio, sul campo dal primo pomeriggio di sabato, non ha registrato particolari danni specie nei sottopassi cittadini. Solo quello di via Genghini a Viserba ha richiesto l’intervento con una motopompa. Il sottopasso è stato interdetto alla circolazione attorno alle 22 di sabato.
L’interruzione del semaforo Pascoli – Lagomaggio per mancanza di corrente e la caduta di qualche albero sono le altre segnalazioni registrate dalla Centrale operativa della Polizia locale.